Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

“Canto Pasolini”: Pino Ingrosso mette in musica le poesie dello scrittore nel centenario della nascita

Canto Pasolini : Pino Ingrosso mette in musica le poesie dello scrittore nel centenario della nascita
2 Minuti di Lettura
Martedì 26 Luglio 2022, 18:24

Pino Ingrosso - compositore, musicista e cantante, voce unica nel panorama teatrale e musicale - noto al grande pubblico per esser stato la voce solista del premio Oscar Nicola Piovani per oltre un ventennio, si cimenta in un nuovo lavoro discografico. E lo fa in occasione del centenario della nascita, con l’opera poetica di un autore non “facile”: Pier Paolo Pasolini.

Canto Pasolini comprende undici poesie di Pier Paolo Pasolini messe in musica da Pino Ingrosso accompagnato da Pericle Odierna ai fiati, Stefano Indino alla fisarmonica, Andrea Rossetti al pianoforte e tastiere, Umberto Malagnino al basso, Vito De Lorenzi alla batteria e tabla, Daniela Guercia ai cori. Unico brano edito presente nel disco è il notissimo Che cosa sono le nuvole?”, composto da Pier Paolo Pasolini su musiche di Domenico Modugno per l’omonimo episodio contenuto nel film Capriccio all’italiana del 1968.

Negli scritti di Pasolini c’è tutto il suo mondo: quello pubblico e quello privato e, nel leggerlo Pino Ingrosso ha trovato tra le sue pagine un’espressività di inesauribile potenza, una forma di poesia purissima il più delle volte colma di lacerazioni e slanci affettivi, violenze e disperatissimo amore. Un progetto al quale il compositore si è accostato in punta di piedi, con rispetto e soprattutto lasciandosi guidare dai sentimenti e dall’ispirazione istintiva ed empatica; così ha imparato a conoscere e a entrare in consonanza con Pasolini poeta.

L’uscita del disco, che avverrà il 27 luglio 2022, precede la presentazione dell’omonimo spettacolo teatrale/musicale che avrà luogo, in prima nazionale, alla fine di ottobre in apertura della stagione teatrale del Teatro di Villa Lazzaroni, presidio culturale del VII Municipio di Roma Capitale, riaperto e inaugurato il 4 giugno scorso dopo una chiusura durata numerosi anni. Il disco è stato registrato e mixato a Lecce presso lo studio di registrazione NoFake Records di Marco D’Agostinis.

Il disco Canto Pasolini è inserito nella “Programmazione Puglia sounds record 2022” e verrà presentato domani, mercoledì, 27 luglio 2022 alle ore 20,30 nel Chiostro cinquecentesco del Convitto Palmieri – Biblioteca Bernardini, in piazzetta Giosuè Carducci a Lecce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA