All'Aquila la Corale Gran Sasso presenta “Top 10 Folk” progetto multimediale per il decennale del sisma

Giovedì 5 Settembre 2019
La Corale Gran Sasso
La Corale Gran Sasso, formazione storica della città dell'Aquila, presenta Top 10 Folk L'Aquila un progetto multimediale e creativo per il decennale del sisma. Appuntamento all'Auditorium del Parco venerdì 6 settembre alle 21 e a Casa Onna sabato 7 alle 18,30. Il progetto è stato pensato per onorare il decennale del sisma, cercando di legare la storia con la creatività; far conoscere le canzoni che rappresentano la città dell'Aquila; proporre con immagini una nuova lettura del folklore; creare un'opera per promuovere il territorio e che funzioni sia negli spettacoli che nel web.

Il direttore artistico Carlo Mantini ha selezionato 10 canti della tradizione folkloristica aquilana, uno per ogni anno: Novantanove, J'Abbruzzu, 'Na jura d'amore, L'ellera, Massera, Tramonto Aquilano, Quanno ju core te fa bbu bbu, Ninna Nanna de Natale, ai quali si aggiunge Gran Sassu me, scritto nel 2009, e l'inno della speranza, il Te vojio reveté, meglio noto come L'Aquila, bella me.Ogni canto è stato affidato a un giovane regista per creare delle storie cantate per immagini. Per la realizzazione dei video è stata data la massima libertà creativa con l'unico obbligo di girare le immagini originali a L'Aquila e nel suo territorio, comprendendo il Gran Sasso, l'Alta Valle dell'Aterno e la Valle Subequana. Lo scorso 22 giugno in occasione della Festa della Musica al Munda è stato dato l'avvio ufficiale del progetto che trova la sua presentazione al pubblico, peraltro nella data simbolica del 6 settembre, giorno in cui nel 2009 la stessa Corale Gran Sasso partecipò al gran concerto di Riccardo Muti unitamente a tutte le istituzioni musicali della città.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma