Michael Jackson e la mossa segreta in Smooth Criminal. Svelato il trucco da un team medico

Venerdì 25 Maggio 2018 di Paolo Travisi
3
Michael Jackson
Il suo modo di ballare è imitato ancora oggi. Michael Jackson, il re del pop, era anche uno straordinario ballerino. Che amava stupire. A 9 anni di distanza dalla sua tragica scomparsa si torna a parlare di lui. Non è gossip e non si tratta di altri dettagli morbosi sulla sua vita privata, anche se la notizia è comunque curiosa. Dall'India un team di neurochirurghi ha studiato i movimenti che Jackson compie nel celebre video Smooth Criminal: un piegamento di 45° in avanti, mantenendo il corpo rigido ed i piedi fermi a terra.



Il motivo di questo interesse scientifico? Compiere un movimento di questo tipo per noi umani è impossibile. I ballerini più allenati potrebbero piegarsi tra i 25 ed i 30°. Non di più. Gli scienziati indiani si sono chiesti come Jackson potesse superare i limiti della forza di gravità, perché se in un video si può ricorrere agli effetti speciali, (dei fili invisibili lo sorreggevano) risultava difficile spiegare come vi riuscisse dal vivo durante i concerti. Lo studio pubblicato addirittura sulla rivista di settore Journal of Neurosurgery: Spine, rivela il trucco. Perché di questo si tratta. Studiando la biomeccanica del piegamento i ricercatori hanno scoperto che la fisica in realtà consentirebbe questa inclinazione, ma è la fisiologia umana a non permetterlo. La forza muscolare delle caviglie, che sorregge il corpo mentre si piega in avanti, non è sufficiente neanche nel caso di atleti molto allenati.





Ma dicevamo del trucco. I maghi delle coreografie hanno creato per il re del pop, delle speciali scarpe a forma di V, ispirate a quelle degli astronauti, che gli consentivano di ancorarsi in un determinato punto del palcoscenico. Incastrando le scarpe su un perno, Jackson riusciva a spostarsi in avanti, utilizzando al massimo i muscoli delle caviglie. Dunque il trucco c'era, ma secondo i medici indiani la performance di Michael Jackson era comunque straordinaria, perché richiedeva il supporto di diversi gruppi muscolari: addominali, lombari, trapezio e tutti i muscoli del busto, nonché della parte inferiore delle gambe. Anche perché dopo il magico piegamento, tornava in posizione eretta e proseguiva la coreografia e lo show. Nonostante lo svelamento del passo miracoloso, quella sensazione magica rimane, come quando si assiste ad uno spettacolo d'illusionismo. Sappiamo che è tutto falso, ma la creatività umana, quella è vera. Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Per la fidanzatina del figlio la mamma diventa sfinge

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma