I Maroon 5 si arrendono allo streaming, Levine e la sua band hanno fatto il boom

Adam Levine e i Maroon 5 in concerto streaming
di Mattia Marzi
2 Minuti di Lettura

I fan hanno inondato i social con foto scattate mentre assistevano allo show, comportandosi proprio come sotto ai palchi dei concerti nelle arene e negli stadi, sfoggiando t-shirt con su stampate le date delle tournée e fascette intorno alla testa.

Solo che a dividerli dai Maroon 5 non era qualche metro, ma uno schermo. Anche la band capitanata da Adam Levine, 120 milioni di copie vendute in tutto il mondo, ha ceduto al richiamo dei concerti in streaming. L'altra sera il gruppo si è esibito virtualmente per la serie di show sul web American Express' UNSTAGED (il costo dei biglietti partiva da 20 dollari, 17 euro - ma ce n'erano anche di più costosi che davano accesso a contenuti "extra" oltre al concerto), collegandosi con i fan da uno studio.

Tra musica e chiacchiere, i Maroon 5 hanno suonato il nuovo singolo "Beautiful Mistakes", appena pubblicato, inciso insieme alla rapper americana Megan Thee Stallion (è comparsa in video), e una manciata di hit della loro carriera. Alcune più recenti, come "Memories", "Girls Like You" e "What Lovers Do". Altre meno, come "She Will Be Loved", "This Love" (il singolo che lanciò Levine e compagni nel 2004 e che ha venduto più di 4 milioni di copie) e "Moves Like Jagger". I Maroon 5 hanno anche interagito con i fan a casa, rispondendo alle domande di alcuni fortunati. E ora attesa per il nuovo album: l'ultimo, "Red Pill Blues", è uscito quattro anni fa, nel 2017. «È finito ed è stato anche già consegnato. Ma non posso svelare quando uscirà. Non manca poi così tanto», ha detto all'inizio del mese a proposito del disco il frontman in un'intervista concessa ai microfoni di Apple Music.

Giovedì 1 Aprile 2021, 19:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA