Maria Chiara Giannetta, l'emozionante monologo sui non vedenti: «Bello andare oltre ciò che si vede»

Maria Chiara Giannetta, il monologo sui non vedenti emoziona tutti: «bello andare oltre cio che si vede»
2 Minuti di Lettura
Sabato 5 Febbraio 2022, 00:37 - Ultimo aggiornamento: 19:41

Al Festival di Sanremo 2022 la conduttrice della serata Maria Chiara Giannetta ha portato sul palco dell'Ariston un tema delicato e importante, con un monologo emozionante dedicato ai suoi "guardiani" le persone non vedenti che l'hanno aiutata nell'interpretazione di "Blanca" per la serie di Rai 1 in cui l'attrice interpreta una commissaria di polizia non vedente. 

La conduttrice ha ringraziato Michela, Marco e Sara, Maria e Veronica che sono saliti sul palco accanto a lei ed Amadeus - ad eccezione di Veronica che non ha potuto essere presente -. 

 

«Blanca è tutti loro» ha detto l'attrice al termine del suo emozionante discorso «É l'incaponirsi di Michela, è il potersi fidare di Marco e Sara, è il salto nel vuoto di Maria. É bello mettersi un vestito elegante e truccarsi, ma è anche bello andare oltre cio che si vede ascoltare, oltre pregiudizi gli imbarazzi, i disagi, le paure e quello che conosco ora, grazie a loro, è una ricchezza infinita, che mi rende umana. Voi vi site messi per qualche istante nei panni dei miei guardiani, io lho fatto per mesi è stata una figata». 

Dopo di lei ha preso la parola Michela: «mi sento di dire a nome di tutti ringraziare maria chiara giannetta per aver interpretato in maniera reale e sentita il personaggio blanca, inoltre volevo ringraziare mamma rai per aver dato voce a tutti noi perchè bisogna fare tanta cultura, non perdiamoci di vista mi raccomando». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA