Manuel Agnelli: «Ancora X Factor? Ci sto pensando ma voglio più musica»

Giovedì 22 Febbraio 2018 di Marco Molendini
Agnelli (Toiati)

Ossigeno per Manuel Agnelli. In tutti i sensi. Stasera debutta su Rai 3 il suo programma (appunto, Ossigeno) ultima tappa di una fase di grande esposizione da parte del frontman degli  Afterhours, che è venuto al Messaggero a parlare della sua nuova esperienza televisiva ma anche dei suoi piani futuri, a cominciare proprio dalla band che ha accompagnato buona parte della sua vita e con cui, ad aprile chiuderà il tour che ha festeggiato un trentennio di stioria: «Dopo? Non faccio piani. Ho in mente un disco con il pianoforte, strumento a cui sono legato ma che ho trascurato lungamente. Poi si vedrà» spiega.
 


E racconta: «Il fatto è che 30 anni sono tanti, si cresce, si diventa diversi, non è così facile fare progetti». E così Manuel fa altro e ha parecchio da fare. E' uscito in questi giorni il film su Caravaggio di cui è la voce conduttrice (e ha sbancato al box office), da Sky insistono per averlo nella prossima edizione di XFactor. «Ci sto pensando - è la sua riflessione -. A XFactor devo molto, ha cambiato la mia vita e fare un programma che si occupa di musica mi piace molto. Ma vorrei che la musica fosse ancora di più al centro. Per questo sto ragionando sul da farsi».

Ma tutto ciò, assicura, senza avere ansia da successo: «Quello che è accaduto, mi piace. E' stata una fase molto positiva dela mia carriera. E per ora non sento pressioni di nessunn tipo. Ho solo il vantaggio di poter scegliere liberamente quello che mi va di fare».
 

 

Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 08:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani