Rivolta sui social, Lillo e Greg tornano su Radio2

Venerdì 5 Agosto 2016 di Marco Molendini
La tempesta ha preso Carlo Conti in mezzo al mare. Il conduttore si è preso una breve vacanza prima di affrontare un altra tranche del suo calendario, che definire fitto è solo un'ipocrita sottovalutazione: c'è il tour con gli amici Panariello e Pieraccioni, la radio da ridisegnare, la sagoma di Sanremo all'orizzonte, Tale e quale show e quant'altro.

Uomo di pianura e quindi di mare calmo, Conti, neo direttore artistico delle quattro radio di casa Rai, Radio 1, Radio 2, Radio 3 e Isoradio, ha ballato parecchio in queste ore, accusato di voler killerare due beniamini del pubblico come Lillo e Greg e il loro programma 610, Sei uno zero, che da 14 anni è una bandiera di Radio 2.

RIVOLUZIONE WEB
Quanto è bastato per sollevare una sorta di rivoluzione del web contro Carlo l'asfaltatore. A cui si sono aggiunti sospetti e polemiche sul destino di Caterpillar, altro programma storico della rete, e su quello di altre trasmissioni come Babylon, Mu, Rock and roll Circus, i live tagliati a Radio 2 Social Club di Barbarossa. Una nuova, l'ennesima rivoluzione della radio?

Con la rete leggera destinata a diventare all music, con la parola all'angolo e il più abbronzato degli uomini Rai pronto a rispolverare nella rete che più si avvicina al suo profilo professionale il proprio passato da dj, negli anni 70 a Radio Firenze 2000, e quello da direttore di Lady Radio negli anni 80 dirigeva Lady Radio? Polemiche tanto più infuocate in giorni già caldi per le vicende Rai (in particolare quelle televisive).

I diretti interessati tacciono. Lillo e Greg (è in vacanza anche lui) per parlare preferiscono aspettare l'incontro che ci sarà con Conti a metà della prossima settimana. Ma era stato proprio Lillo a sollevare il polverone sostenendo: «Ci dispiace per la squadra ma soprattutto per il pubblico. Ma se la rete e il direttore artistico vogliono fare una radio con la quale noi non c'entriamo niente, rispettiamo le loro scelte». E' la frase che ha scatenato sul web la catena di Sant'Antonio dello scandalo.

L'ANNUNCIO ON LINE
Fatto sta che ieri, sulla pagina facebook di Radio 2 è apparso questo annuncio: «Sei Uno Zero Radio2 tornerà. Per la prima volta non possiamo dar retta al Grande Capo Etsiqaatsi, perché a noi 610 sta molto a cuore. Stiamo lavorando ad una nuova versione del programma con Lillo, Greg e Alex Braga». Contrordine compagni?
Conti e il direttore di Radio 2 Paola Marchesini, negano di aver mai avuto un'intenzione di far fuori Lillo e Greg: «Non vogliamo cancellare nulla - dice Paola Marchesini - vogliamo solo rivedere i format e rinnovare la creatività dei programmi nuovi e di quelli vecchi». E Carlo Conti stavolta è nero non solo per il sole ma anche perché, tutto quello che si dice in questi giorni, travalicherebbe le sue intenzioni e, anche, viene fatto notare, i suoi compiti di direttore artistico, senza poteri esecutivi.

Ora, detto che Carlo è sicuramente un accentratore e un accumulatore come non se ne vedevano dai tempi d'oro di Pippo Baudo («sarò direttore artistico globale e, lavorando insieme coi direttori di rete, alla ricerca di una formula originale che indichi per RadioRai con la dinamicità delle private» aveva detto) è vero anche che è un uomo molto cauto, appunto di pianura.

PIEDI DI PIOMBO
Più che come un catepillar (è proprio il caso di dirlo) la sua tendenza sarebbe di procedere con i piedi di piombo, anche se passo dopo passo è diventato un dominus potente, tenuto assai in considerazione (a partire da Sanremo) da una triade molto pesante nelle cose della musica italiana: Maria De Filippi, Rtl e Friends & partner (che produce buona parte degli artisti italiani e anche lo spettacolo che ora Carlo Porterà in giro con Panariello e Pieraccioni).

SPOSTAMENTI
Così ora le cose paiono messe in questo modo: Caterpillar, il programma ideato da Massimo Cirri e Sergio Ferrentino 20 anni fa, non sarà affatto spostato alle 20 (orario considerato infelice) ma ritardato di un'ora e quindi, partendo alle 18,30, collocato nell'orario di punta, quello del cosidetto drive time. Quanto a 610, l'incontro della prossima settimana troverà Lillo e Greg di fronte a questa proposta: un appuntamento bisettimanale con un live dalla sala B di via Asiago, band e pubblico dal vivo. Per la coppia romana si tratterà di verificare e di trovare i tempi giusti, anche perché bussano alla porta le riprese del prossimo cinepanettone. Quanto al Giornale radio, su cui Conti non ha però competenze dirette, è in arrivo un cambio della guardia nell'ambito del rinnovo dei direttori dei Tg. Esce Flavio Mucciante, arriva dal Tg1 Andrea Montanari. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi