Lialai esce col singolo “Kill Me” a avvera il suo sogno: «Ho contattato Siffredi, e ora è nel video del disco»

La cantante Caterina Lalli, in arte Lialai, nel video del suo singolo "Kill Me" dove compare Rocco Siffredi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Febbraio 2021, 12:09 - Ultimo aggiornamento: 12:46

Una storia fuori le righe, in tutti i sensi. Tentare non nuoce deve aver pensato Caterina Lalli,  una giovane artista che oggi (giovedì 25 febbraio) lancia ufficialmente il suo singolo dal titolo Kill Me. Ma la novità non sta tanto nell'uscita del singolo, quanto a come è approdata alla costruzione del video per il singolo stesso. L'avverarsi di un sogno per lei, che in arte si firma Lialai,  nata a Pisa e residente a Carrara. Venticinque anni, studentessa univesitaria, da quando è bambina nutre la passione per il canto, ma il suo percorso professionale è cominciato solamente un anno fa durante il lockdown. A luglio 2020 è uscito il suo primo singolo “Dime” a cui è seguito appunto “Kill Me”.  Lialai, qualche mese fa ha contattato con un messaggio privato su instagram, l’attore pornografico Rocco Siffredi, chiedendogli di realizzare il suo più grande sogno: essere protagonista del suo videoclip. La risposta non è tardata ad arrivare e lui, uno degli uomini più desiderati del pianeta, ha deciso di aderire a questa inaspettata richiesta.


Rocco, sul set del video girato dal regista romagnolo Samuele Sbrighi, rappresenta un rapinatore, che insieme alla giovane Lialai mette a segno un colpo in banca indossando la maschera dell’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Un gioco di seduzione che si trasforma in una trappola per il rapinatore, il quale a seguito del colpo viene sedotto e poi abbandonato.
«Non riesco ancora a credere a quello che è accaduto» racconta Caterina «Sono da sempre una fan di Rocco. Ho provato per gioco a contattarlo su instagram senza nessuna aspettativa, ma la sua risposta non è tardata ad arrivare. Interagire con lui sul set è stato molto semplice – prosegue - è una persona estremamente sensibile, sa come metterti a tuo agio, ti dà carica e sicurezza. Mi piacerebbe essere un esempio per tutti i giovani: credete nei vostri sogni e fate di tutto per realizzarli».

Caterina ha creato il personaggio di Lialai come trasposizione di una parte di se stessa che esiste, o forse vorrebbe esistere. Del resto, questo era il nome che i suoi genitori avevano inizialmente pensato di darle, spiega: «Mi è sempre piaciuto tantissimo – racconta –, per questo l’ho scelto come nome d’arte. Lialai è una donna ingenua e innamorata, che poi, delusa da un grande amore, diventerà spietata e senza cuore, un personaggio vuoto che non prova emozioni, se non quella di vendicarsi del genere maschile. Ecco perché alla fine del video lascia incatenato Rocco nel letto e... scappa con il bottino».


© RIPRODUZIONE RISERVATA