Lady Coco a Testaccio: la versatilità in consolle

Giovedì 23 Novembre 2017 di Marco Pasqua
L’amore di Lady Coco per i vinili risale al 1997, quando, a Brooklyn inizia a capire che direzione prendere. Romana, classe 1976, ha fatto ballare mezza Italia e riempito i locali di mezza Europa (dal Village di Dortmund allo Studio 44 di Bruxelles, dal Versus di Ginevra al Cinema Club di Anversa) ma non si è mai accontentata di salire “solo” in consolle. Troppo piccola la notte per lei, e così Lady Coco – che giovedì è di casa all’Akab – ha sconfinato nel teatro e nella televisione. Dalla collaborazione con Sabina e Caterina Guzzanti, la dj ormai autrice tv e radio dimostra di essere campionessa di versatilità, anche se i dj set resteranno per sempre i suoi primi amori. Dal 2010 ha ispirato e prodotto il gruppo “Balsamo di scimmia” (Bds), anche questo tra i più gettonati dei festival più in dello stivale. 

Per lui, il dj è un musicista a tutti gli effetti: poco importa se abbia in mano un plettro o un crossfader. Protagonista della scena black siciliana da oltre 20 anni, Dj Delta arriva venerdì a San Lorenzo, per condividere il suo stile contraddistinto da mix molto rapidi. Campione italiano e finalista mondiale ai Red Bull Thre3style 2016, una delle più spettacolari competizioni fra dj di tutto il mondo, ha realizzato due album con gli Shakalab, collettivo di musica Reggae e Hip hop; quest’anno ha pubblicato un volume che vanta partecipazioni di Ensi, Danno, Zuli, Marcolizzo. Avido collezionista di vinili è stato ospite di molti festival e guest in diversi club internazionali: il Gate 7 e l’Orient di Zurigo, il Nomad di Bucharest e il Casino Club di Madeira, per citarne alcuni. 

marco.pasqua@ilmessaggero.it Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 12:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani