Jova Beach Party 2022, è (ancora) qui la festa: Jovanotti torna e fa Boom

A Milano Lorenzo annuncia l'uscita di un nuovo singolo e un secondo tour nelle spiagge in estate

Jova Beach Party 2022, è (ancora) qui la festa: Jovanotti torna e fa Boom
di Mattia Marzi
4 Minuti di Lettura
Sabato 20 Novembre 2021, 07:37 - Ultimo aggiornamento: 07:39

Tredici tra sponsor e partner, ventuno date in dodici città, tre palchi, ospiti, una tribù di 1.000 lavoratori coinvolti, oltre 600 mila spettatori attesi per superare i numeri dell'esperienza del 2019, le cui foto si susseguono sul maxischermo della sala milanese affittata dal cantautore per annunciare il suo ritorno. Jovanotti esce dalla tana e mentre pubblica un nuovo singolo, Il boom (è uscito ieri, il testo allude anche a negazionisti e terrapiattisti), con uno slancio di ottimismo dà appuntamento ai fan per l'estate 2022 con un nuovo Jova Beach Party, la festa itinerante che lo riporterà ad esibirsi sulle spiagge (ma anche in alta quota e sulla pista di un aeroporto). «Ballavamo e cantavamo l'inizio di una nuova era. Poi l'abbiamo vissuta, ma non era come ce la immaginavamo. Per due anni ho sfogliato queste foto, memoria di sudore, festa e corpi», racconta il 55enne ex Ragazzo fortunato.

Jovanotti, le 12 spiagge del Jova Beach Party 2022. Ed esce a sorpresa "Il boom"

DUE ANNI
Di lì a pochi mesi una pandemia globale avrebbe cambiato a tempo indeterminato le relazioni sociali: «Questi due anni sono stati durissimi. Ora ci rimettiamo in moto», sospira Jovanotti. Si riferisce anche alla paura vissuta quando la figlia Teresa, 22 anni, ha scoperto di avere un linfoma di Hodgkin. Tutto iniziò proprio nell'estate del 2019: «Per diversi mesi non sono riuscito neppure ad ascoltare musica. Poi un anno fa si è riaperto un po' il cielo. E ho ricominciato a scrivere: sono nate 30 canzoni, prodotte con Rick Rubin, che celebravano la vita. Ma non uscirà un album. È cambiato tutto: chi li ascolta più, oggi? Pubblicherò canzoni senza seguire logiche classiche. Dopo Il boom a dicembre usciranno sette pezzi. Ce n'è uno che mi fa impazzire. Si intitola La primavera. Magari alla fine del 2022 farò una raccolta».

NEW YORK
Teresa oggi sta bene: «È tornata a New York, sta finendo l'ultimo anno di accademia d'arte. Si collega anche lei in videochiamata per assistere alla conferenza-show del papà, oltre ai sindaci delle dodici città: Ma sei quello di Manu Chao! Grandissimo. Ho apprezzato moltissimo la tua sfuriata, scherza Jovanotti con Alessio Pascucci, primo cittadino di Cerveteri. La tournée alla quale è dedicato un libro da colorare già edito da Feltrinelli e un'app partirà da Lignano Sabbiadoro con la doppietta del 2-3 luglio. Seguiranno Marina di Ravenna (8-9/7), Aosta (13/7), Albenga (17/7), Cerveteri (23-24/7), Barletta (30-31/7), Fermo (5-6/8), Roccella Jonica (12-13/8), Vasto (19-20/7), Castel Volturno (26-27/8), Viareggio (2-3/9) e Milano (il 10 settembre all'aeroporto di Bresso): «Abbiamo ricominciato a parlarne quando sono arrivati i vaccini. Avete presente le medagliette del generale Figliuolo? Ecco, i miei collaboratori dovrebbero avere il petto pieno di riconoscimenti per aver superato la battaglia del Jova Beach Party». Il palco è disegnato da Claudio Santucci dello studio Gio Forma, che da tempo collabora con Jova: «Sembrerà il relitto di un veliero che ha superato una tempesta, fatto con materiali riciclati», spiega il cantautore.

WWF
Che, ricordando gli sponsor coinvolti (una sfilza interminabile: Wwf e Intesa San Paolo promuoveranno la raccolta fondi Ri-Party-Amo obiettivo 5 milioni di euro per ripulire 20 milioni di metri quadri tra spiagge, laghi e fiumi, alla quale si potrà contribuire acquistando i biglietti), insiste sulla sostenibilità del progetto: «La stampa nel 2019 cercava polemiche. Ma le spiagge dopo i concerti erano pulite». Il Jova Beach 2022 sarà plastic-free: «Niente bottigliette. Ci saranno delle autobotte e distribuiremo borracce». Chissà che un'anteprima del Beach Party non venga ospitata da Sanremo: «Non rispondo», si trincera Jovanotti, che nonostante gli inviti di Amadeus non si è presentato all'Ariston nel 2020 e nel 2021.

100 PER 100
Le vendite dei biglietti sono partite ieri. «L'unica condizione per fare questo tour è il cento per cento della capienza. I dati ci dicono che in primavera ci sarà un ritorno completo alla normalità», incrocia le dita Jova.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA