Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

John Lennon: all'asta con un valore di 3 milioni di dollari la sua Mercedes Roadster comprata nel 1965

La Mercedes di John Lennon all'asta
di Giacomo Perra
2 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Gennaio 2017, 11:39 - Ultimo aggiornamento: 11:40

Se siete amanti delle belle auto e incalliti fan di John Lennon, c'è un'occasione che non potete assolutamente perdervi: la Mercedes-Benz 230SL Roadster parcheggiata per quattro anni nel garage della mitica popstar britannica sta per andare all'asta al Worldwide Auctioneers di Scottsdale, in Arizona. Il prezzo del bolide, una delle prime macchine acquistate da Lennon, che la comprò nel 1965, è però di quelli proibitivi: stando alle stime, infatti, per portarsi a casa questo originale modello di Mercedes, contraddistinto da un'insolita carrozzeria blu notte e da interni grigio fumo, potrebbe esserci bisogno di mettere sul piatto la bellezza di tre milioni di dollari.

 

Destinata ad essere venduta con i documenti attestanti la proprietà dell'interprete di Imagine, che la fece sua quando, insieme agli altri tre Beatles, abitava ancora al civico 23 di Albermarle Street, a Londra,  l'auto, una delle quattro possedute in vita dal leggendario cantante scomparso nel 1980, per diciasette anni, a partire dal 2000, è stata esposta in un museo della Florida.

"John Lennon non era un amante delle macchine - ha raccontato alla stampa britannica John Kruse, banditore dell'asta -. Aveva ordinato ed acquistato questa Mercedes per i suoi gusti ma non aveva molte auto di sua proprietà. Complessivamente,  potrebbero esserci al massimo altri due-tre veicoli che sono stati dell'artista, ma nessuno di prima mano ordinato in base alle sue preferenze".



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA