Musica, James Blunt: 'You're beautiful' è una canzone fastidiosa.

Musica, James Blunt: 'You're beautiful' è una canzone fastidiosa.
di Sabrina Quartieri
2 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Ottobre 2014, 12:48 - Ultimo aggiornamento: 14:15

La definisce così la hit che ha reso celebre il cantautore britannico e in un'intervista esclusiva al magazine 'Hello!', Blunt svela i retroscena della sua creazione. />

Laconico, l'artista ammette che quel pezzo, una delle canzoni più romantiche e di successo degli ultimi anni, ha saputo «ubriacare le folle, ma allo stesso tempo è stato imposto in modo così forzato al pubblico, da renderlo irritante. In seguito, la gente ha iniziato ad associare l'artista con quella parola».

'You're beautiful', che racconta di un incontro tra Blunt e la sua ex insieme al nuovo partner, nel 2005 ha conquistato i primi posti delle classifiche mondiali. Il singolo è stato inserito nell'album di esordio del cantante pop ''Back to Bedlam'', che nei primi tre anni ha venduto oltre 11 milioni di copie. L'artista spiega che «la canzone rispondeva ad una precisa operazione di marketing della casa discografica, ovvero conquistare il pubblico femminile. Fatto che ha comportato la perdita dell'altro 50%, quello maschile. Inoltre - ammette Blunt - mi hanno fatto apparire come una persona eccessivamente seria, ferma, cosa che non sono affatto e chi mi è vicino lo sa benissimo».

Oggi al suo quarto album con 'Moon landing', il cantante inglese riconosce che nel suo repertorio «ci sono un paio di brani molto sentimentali per i quali sono famoso, ma credo di aver superato quella fase. La gente può percepire facilmente che non mi prendo mai troppo sul serio». Nell'intervista Blunt parla poi, per la prima volta, del suo matrimonio con Sofia Wellesley.

Il novello sposo racconta delle nozze in forma privata che si sono tenute a Maiorca lo scorso mese: «E' stata una cerimonia molto bella e intima con i parenti e gli amici più vicini». Blunt svela che la coppia sta già pensando all'idea di diventare genitori: «Avere figli sembra essere un'esperienza pazzesca - ha detto l'artista - lo hanno fatto molti dei miei amici. Sarebbe un peccato non provarla. Se poi non fosse possibile, rimedierò comprando un cagnolino».