Icy SubZero, c'è il nuovo singolo: Domani #Lettera2, c'è anche Giulia Mannucci

Icy SubZero, c'è il nuovo singolo: Domani #Lettera2, c'è anche Giulia Mannucci
4 Minuti di Lettura
Sabato 30 Gennaio 2021, 13:32

Dopo la release digitale di Ninna Narcos #Lettera 1, l’immersione nel mondo interiore di Icy SubZero - lanciatissimo rapper di MK3, nello stesso roster di Achille Lauro e Boss Doms - prosegue con il singolo Domani #Lettera 2, capitolo centrale e fondante della trilogia epistolare che confluirà nell’ep di prossima pubblicazione (Elektra Records/Warner Music Italy).

Disponibile su tutte le piattaforme digitali di streaming e download, Domani #Lettera 2 è la seconda tappa di un viaggio introspettivo guidato da un flusso di coscienza, finestra aperta sul vissuto di Icy, di chi imparando dagli sbagli è cresciuto, ha fatto passi avanti e ora non guarda indietro. «Domani #Lettera2 è l’evoluzione naturale di quello che in Ninna Narcos #Lettera1 viene presentato come un ostacolo - racconta Icy SubZero. Tutte le problematiche affrontate nel brano precedente, e nella vita in generale, non limiteranno mai l’esplosione del nostro potenziale e dei nostri sogni. L’importante è circondarsi delle persone giuste, il più possibile simili a noi, anche se con obiettivi differenti.

Icy Subzero, il giovane rapper della famiglia Achille Lauro e Boss Doms

«"Divido la rabbia con due o tre compari, con sogni diversi ma percorsi uguali" sta proprio a sottolineare l’importanza del percorso, oltre che del traguardo». Percorso che si arricchisce oggi di sonorità inesplorate e va a toccare nuove corde emotive, pur tenendo al centro il flow affilato, fresco e contemporaneo cui Icy ci ha abituati. Ad accompagnare l’uscita del brano anche il videoclip, disponibile su YouTube, per la regia di Lorenzo Coltella. Se per il video di Ninna Narcos #Lettera 1 l’artista si è ispirato al quadro di Vincent Van Gogh “Il caffe di notte” (1888), dove vengono ritratte in verde e rosso le miserie umane -tema centrale della prima Lettera, in questo nuovo capitolo troviamo le medesime tematiche, rappresentate però in maniera del tutto differente. Qui Icy SubZero, per raffigurare idealmente gli sbagli del passato, sceglie come set il quartiere popolare di Tor Bella Monaca, girando le scene principali sulla sommità di uno dei suoi imponenti palazzi, con Roma sullo sfondo, per esprimere il suo spirito di rivalsa.

Ad impreziosire il video la presenza di Giulia Mannucci, tra le protagoniste del programma Rai Il Collegio. ICY SUBZERO Icy SubZero, pseudonimo di Matteo D’Alessio, nasce a Roma nel 1999. Fin da giovanissimo inizia ad ascoltare musica hip hop ed è molto attratto da tutto l’immaginario urban. I primi testi sono nati per gioco all’età di 13 anni, ma le sue idee artistiche iniziano a strutturarsi quando diventa maggiorenne, dopo l’incontro con Baudelaire, suo attuale producer. Esordisce su YouTube con il brano “Ah Ah Boxxx”, che totalizza centomila views in meno di un mese. Alle sonorità cupe e quasi macabre del primo singolo, Icy e Baudelaire propongono in seguito un’alternativa con “Ninna Narcos”, un brano che si caratterizza da un vocabolario legato al mondo della trap ma su un beat RnB. Con “Kill Bill” e “Perco Papy”, Icy e Baudelaire si avvicinano ad un sound legato al mondo dance rivisitato, soprattutto in “Kill Bill”, nel quale non è presente una vera e propria struttura ma piuttosto un divenire, un flusso che suscita un crescendo di emozioni nell’ascoltatore. Il 2020 si rivela un anno particolarmente proficuo per Icy SubZero, che nel giro di pochi mesi pubblica "Diabolika", un brano che mixa la trap a sonorità techno, "Baby Tu", brano trap/dance, e "Sereno", e inoltre collabora in diversi featuring, totalizzando numeri importanti sia su Youtube che su Spotify. Inizialmente radicato nei suoni trap, la musica di Icy SubZero incontra oggi le influenze provenienti da generi musicali diversi.

Da Fedez a Pequeno, da Anastasio a Kolors: tanto hip hop, più Stills, Bungaro e Syria

© RIPRODUZIONE RISERVATA