Giusy Ferreri batte in classifica Madonna: «Ma vi prego, basta definire la mia voce 'particolare'"

Martedì 17 Luglio 2018 di Valentina Venturi
2
Giusy Ferreri ph credit Daniele Barraco
Giusy Ferreri meglio di Madonna. La cantante trentanovenne, di origini siciliane, è l’artista con più settimane (39) al numero 1 nella classifica dei singoli più venduti in Italia, secondo i dati FIMI. Con le 12 settimane di “Non ti scordar di me” e altrettante per “Novembre”, le 11 di “Roma Bangkok” e al momento le 4 di “Amore e Capoeira”, ha battuto il record che fino ad ora aveva detenuto la mitica Madonna (38 settimane). A seguire ci sono Shakira (35), Vasco Rossi (34) ed Eros Ramazzotti (23). Ed ora Gaetana (è il suo secondo nome), con il suo “Girotondo Tour”, si prepara al concerto gratuito del 20 luglio all’interno del Valmontone Outlet Summer Festival con una precisa predisposizione verso il futuro: «Voglio gli stadi!». E annuncia la scaletta di venerdì. 
 
Come apre il concerto?
«Inizio con “Partiti adesso”: la gente la conosce bene ed ha avuto un percorso fortunato nelle radio. Segue “Volevo te” (disco di platino, ndr.) e poi non svelo altro: le canzoni meritano di essere scoperte sul posto».
 
C’è voluto del tempo per incidere la hit “Amore e Capoeira”?
«Solo tre prove.Takagi e Ketra (gli stessi autori di “Roma – Bangkok”, ndr.) me l'hanno fatta ascoltare già pronta, mancava la mia voce. Sento il provino e la canto all’istante: era perfetta».
  
Come definirebbe la sua voce?
«L’aggettivo più usato è “particolare”. Per me è composta da tanti colori, è forte e potente. Da ragazza nelle cover band era più mascolina, ora ho imparato a modularla». 
 
A settembre 2017 è diventata mamma di Beatrice. 
«Temevo di non essere in grado, invece sono stupita di come gestisco bene lei e i tempi del tour. Oggi il mio tempo è più prezioso, ma ci divertiamo insieme, mi carica di energia e positività». 
 
Cosa le canta?
«Dalle ninne nanne che invento e canticchio sul momento, alla musica che sente in giro. Mi stupisce quanto sia già sensibile: basta che alla radio parta il ritmo di una canzone e lei accenna a ballare. L’attacco di “Amore e Capoeira” la spinge a dondolarsi a tempo». 
 
Nel 2008 ha partecipato alla prima edizione di "X Factor", arrivando seconda. 
«Avevo 29 anni e volevo togliermi la curiosità. Sono entrata per capire se c’era uno spazietto per me nel mondo della musica e invece ho fatto il botto. L’inedito “Non ti scordar di me” che Tiziano Ferro ha scritto per me ha cambiato tutto».
 
Chi ha scelto il taglio alla moicana del 2012? 
«È stato un mio colpo di testa: tendo alla semplicità ma a volte faccio pazzie. Per i capelli mi segue sempre lo stesso parrucchiere conosciuto a “X Factor”». 
 
Sogno nel cassetto?
«Arrivare con la mia musica oltre il confine italiano».
 
E in Italia?
«Riempire gli stadi».  Ultimo aggiornamento: 18:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA