Guccini: «Non ascolto le mie canzoni ma neanche più la musica in genere»

Sabato 21 Settembre 2019
Francesco Guccini

«Le canzoni non mi uscivano più. Quando ho fatto l’ultimo disco ho detto “basta” perché è inutile arrampicarsi sugli specchi a provare a scrivere delle canzoni. Forse è saturazione». Lo ha detto Francesco Guccini atteso e accolto come una star oggi a Pordenonelegge, alla vigilia della chiusura, domani, della Festa del Libro con gli autori arrivata alla ventesima edizione. Ma riascolta le sue canzoni? «Per l’Amor di Dio. Non solo non ascolto più canzoni, non ascolto più musica in generale. Ammesso che fossi capace di suonare la chitarra non riesco più a farlo. Cerco di dimenticare, non proprio perché ho fatto delle buone cose, ma di lasciare da parte, però le canzoni tornano sempre come il suonatore Jones di Spoon River. Una volta che le sai suonare devi suonare per tutta la vita», ha spiegato a Pordenone con il suo nuovo libro Tralummescuro (Giunti), una ballata per un paese al tramonto, la sua Pavana, che sorge tra Emilia e Toscana, ormai è disabitata e dove c’è il mulino di famiglia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma