Il Festival Puccini scrive alla Nasa: una playlist da far ascoltare agli astronauti

Lunedì 10 Giugno 2019
Giacomo Puccini
Il Festival Puccini scrive alla Nasa per proporre di inserire nella playlist lunare le celebri arie tratte dai capolavori di Giacomo Puccini La Bohème e Turandot. Proprio in questi giorni, spiega una nota, la 
Nasa in vista dell’arrivo di astronauti sul suolo lunare, previsto per il 2024 - che sarà anche l’anno delle celebrazioni pucciniane ricorrendo 100 anni dalla scomparsa di Giacomo Puccini - ha aperto le iscrizioni per comporre la playlist lunare da far ascoltare agli astronauti durante il viaggio di 6 giorni per il 50mo anniversario dell’atterraggio di Apollo 11 sulla luna.

E Giacomo Puccini, ricorda la nota, ha “cantato” la luna in due celebri arie (“che gelida manina”, tratta da la Bohème, e “Perché tarda la luna”, tratta dalla sua incompiuta Turandot). Il Festival Puccini ha però proposto alla 
Nasa di inserire nella playlist anche “Nessun Dorma”, dalla Turandot, e ha lanciato un sondaggio per chiedere ai propri followers quale tra le arie pucciniane proposte vorrebbero far ascoltare agli astronauti sulla luna.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma