Diodato e l'Eurovision Song Contest: «Giusto cancellare la gara»

Sabato 11 Aprile 2020
Diodato
«Che non ci sia la gara mi pare molto appropriato. Ma è giusto in questo momento mostrare l’Europa riunita, almeno intorno alla musica. Non so bene cosa accadrà, neanche da dove verranno trasmesse le esibizioni, perché ancora non sono state prese decisioni definitive, vedremo nei prossimi giorni». Lo dice il cantautore Diodato  che con il brano Fai rumore, con cui ha vinto l’ultima edizione del Festival di Sanremo, avrebbe dovuto partecipare all’Eurovision Song Contest, poi annullato per l’emergenza coronavirus.

Manifestazione che ora rinasce con una formula diversa: il 16 maggio su Rai1 ci sarà infatti “Europe shine a light”, con i contributi, senza gara dei 41 finalisti. Un’idea nata dopo aver visto gli italiani cantare sui balconi. In teoria per me questo sarebbe stato il momento di raccogliere - spiega Diodato - ma inevitabilmente mi succede di pensare molto e idee nuove arrivano, ma soprattutto sto ragionando sull’occasione che ci è stata offerta per capire gli errori che ci hanno portato alla situazione che stiamo vivendo». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani