Beethoven, il Novecento e oltre: lezioni di musica alla Filarmonica con Giovanni Bietti

Domenica 18 Ottobre 2020
Il musicologo Giovanni Bietti

Ultimo incontro per le Lezioni di Musica a cura di Giovanni Bietti all’Accademia Filarmonica Romana domenica 25 ottobre (Sala Casella, ore 17.30, via Flaminia 118). Dedicato a Beethoven nel 250° anniversario della nascita e realizzate in collaborazione con Rai Radio3 che le manda successivamente in onda, “Era Beethoven, sarà Beethoven” vede Bietti dialogare con alcuni ben noti musicisti italiani, unendo parole e musica, intento divulgativo e intento spettacolare, alla scoperta una volta di più dell’attualità inesauribile del pensiero di Beethoven e la lezione sempre viva della sua musica.

Bietti, divulgatore, compositore, musicista e musicologo, riproduce il dietro le quinte dei titoli, svela le tecniche, ma anche i vezzi dei compositori, vita, morte e miracoli di un’aria, partendo da una figura specifica, per poi dilatarla attraverso i secoli o la produzione di un singolo autore.

 

L’ultimo incontro alla Filarmonica dal titolo “Beethoven, il Novecento e oltre” è dedicato alla modernità dell’ultimo Beethoven, al carattere spesso “profetico”, davvero stupefacente delle sue opere tarde che hanno più volte ispirato i musicisti del Novecento (e oltre). Bietti dialoga qui con il pianista Filippo Gamba che farà sentire al pubblico l’ultima composizione beethoveniana per pianoforte, le straordinarie Sei Bagatelle op. 126, che ha anche inciso per la DECCA in un CD con l’integrale delle Bagatelle del musicista di Bonn.

 

Un autore a lui molto caro e congeniale, tanto che dal 2015 è impegnato nell’esecuzione integrale delle 32 Sonate per pianoforte in diversi teatri e società concertistiche italiane. L’incontro sarà inoltre anche l’occasione per mettere a confronto l’ultimo lavoro pianistico di Beethoven con alcuni importanti brani scritti per lo stesso strumento negli ultimi centoventi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA