SANREMO 2020

Cantico dei cantici, il significato del testo biblico portato da Benigni a Sanremo

Venerdì 7 Febbraio 2020
Cantico dei cantici, il significato del testo biblico portato da Benigni a Sanremo

Roberto Benigni torna a Sanremo e, per l'occasione, ha deciso di intrattenere il pubblico con la lettura del Cantico dei cantici. Si tratta di un testo anonimo de lV secolo a.C., sebbene sia tradizionalmente attribuito al Re Salomone, celebre per la sua saggezza, per i suoi canti e anche per i suoi amori. Proprio l'amore è il tema centrale del Cantico dei cantici, uno degli ultimi testi accolti nel canone della Bibbia.

LEGGI ANCHE Benigni porta il Cantico dei cantici a Sanremo: «È come Yesterday e Imagine»
LEGGI ANCHE Georgina Rodriguez: «Il tango? Cristiano Ronaldo mi ha aiutato a casa...»
 

 

Il nome "Cantico dei cantici" è da intendersi - considerando la costruzione delle frasi degli antichi ebrei - come un superlativo e andrebbe reso come "Il più sublime tra i cantici". Il Cantico dei cantici è considerato uno dei testi più lirici e inusuali delle Sacre scritture. Racconta in versi l'amore tra due innamorati, con tenerezza, ma anche con grande sensualità ed erotismo. Ciò non pregiudica affatto il carattere sacro del Cantico, in quanto l'amore erotico dei due amanti, per l'autore del testo, ha origine divina: «Una fiamma di Dio/del Signore».
 

Ultimo aggiornamento: 00:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA