Avicii, nella morte nulla di sospetto: bufera sull'ex fidanzata

Lunedì 23 Aprile 2018
Niente di sospetto nella morte di Avicii, il popolare dj trovato morto nel suo hotel a Muscat, Oman. Lo ha confermato la polizia dopo due autopsie sul corpo del 28enne. Ora il fratello e la famiglia di Avicii sono volati in Oman per riportare a casa il corpo del ragazzo, mentre i fan nella nativa Stoccolma hanno osservato domenica un minuto di silenzio in segno di lutto. 
 
 


Avicii era a Muscat in vacanza con amici, e non sembrava stesse male, come ha confermato anche un dj locale che lo aveva incontranto in hotel. A quanto pare il dj svedese voleva soltanto esplorare la zona, fare kitesurf e si trovava talmente bene che aveva deciso di prolungare la vacanza. Per la morte si rincorrono le voci sui suoi problemi di salute, visto che il dj aveva sofferto di una pancreatite acuta che l'aveva costretto all'asportazione della cistifellea e dell'appendice. 

LEGGI ANCHE: Avicii, eseguite due autopsie. Un amico: «Non sembrava malato»
LEGGI ANCHE: Avicii, il ricordo dell'ex fidanzata su Instagram: «Ecco la canzone che scrisse per me»

Intanto la sua ex fidanzata è finita nell'occhio del ciclone per aver condiviso una conversazione Whatsapp dei tempi della sua relazione con il dj. In molti la hanno accusata di aver speculato sulla morte, mentre altri fan la sostengono al grido di «sta soltanto elaborando il lutto». 

  Ultimo aggiornamento: 25 Aprile, 20:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA