Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Alt-J, stasera a Roma il nuovo album “The Dream”. Joe Newman: «Bellezza e oscurità si intrecciano»

Il concerto di stasera sul palco della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica è uno dei due appuntamenti estivi in Italia del gruppo, che domani sarà in scena al Locus Festival di Bari

Alt-J, stasera a Roma il nuovo album The Dream . Joe Newman: «Bellezza e oscurità si intrecciano»
di Mattia Marzi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Giugno 2022, 16:15 - Ultimo aggiornamento: 16:30

«La pandemia mi ha fatto sentire un nuovo senso di responsabilità come autore. E anche se gli eventi descritti non sono reali, credo, o almeno spero, che questo sia il brano più autentico e vero che io abbia mai scritto»: a parlare è Joe Newman, il leader degli Alt-J, che racconta così il significato di “Get Better”. Il brano è uno dei dodici che compongono “The Dream”, il nuovo album in studio della band simbolo dell’indie rock britannico, che stasera lo suonerà a Roma sul palco della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica. Il concerto è uno dei due appuntamenti estivi in Italia del gruppo, che domani sarà in scena al Locus Festival di Bari (prima di tornare nel nostro paese in autunno per una data al Mediolanum Forum di Assago, il 12 novembre).

Concerti a Roma fino al 19 giugno: da Paolo Conte a Rock in Roma, riapre Villa Ada, Lorde dalla Nuova Zelanda, rock con gli inglesi Alt-J, al bar con Gualazzi...

“The Dream”, arrivato a quattro anni da “Reduxer”, è un album che ha preso forma durante la pandemia, ma non necessariamente ne deriva: «Nel nuovo lavoro la bellezza e l’oscurità si intrecciano continuamente, passando dai momenti più intimi fino a storie ispirate da gialli, racconti di Hollywood e dal famoso Chateau Marmont». Tra le band inglesi di maggior successo del millennio, gli Alt-J – ne fanno parte, oltre al leader Joe Newman, anche Gus Unger-Hamilton e Thom Green – hanno pubblicato tre album che hanno venduto oltre due milioni di copie e totalizzato più di due miliardi e mezzo di stream. L’attesa per vederli in azione sul palco dell’auditorium capitolino – mancano a Roma dal 2018: con il tour di “Reduxer” si esibirono al Palazzo dello Sport – è alle stelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA