«Corri», il libro-rivelazione di Roberto Di Sante a "Più libri più liberi"

Venerdì 7 Dicembre 2018
«Corri», il libro-rivelazione di Roberto Di Sante a
"Corri. Dall'inferno a Central Park" sbarca domani 8 dicembre a "Più libri più liberi"  Il libro rivelazione di Roberto Di Sante verrà presentato alle 17.30 alla Nuvola all'Eur. Con l'autore, alla Sala Nettuno, ci sarà il giornalista Fabrizio Paladini. "Sono felice ed emozionato - racconta Di Sante - perché un anno fa era un sogno essere qui. La presentazione coincide poi con una nuova ristampa del romanzo che ormai non è più il mio ma è stato adottato da migliaia di persone". "Corri", edito da Ultra, è diventato infatti un piccolo caso nel panorama editoriale, tanto che il 14 ottobre è approdato anche al 48 Congresso Nazionale di Psichiatria a Torino. Il libro, in parte  autobiografico, narra la storia di un uomo che attraverso la corsa riesce ad uscire dal tunnel della depressione, malattia che fino a qualche anno non veniva neanche riconosciuta come un vero e proprio disturbo, da cui troppo spesso è difficile uscirne se non con l'aiuto di appositi farmaci e di un supporto psicoterapeutico appropriato.



Il "miracolo" per lo scrittore, Roberto Di Sante, invece è stato quello di riuscire giorno dopo giorno a balzare fuori dal lungo e buio tunnel della depressione proprio grazie al podismo ed al suo potere terapeutico. Un libro che sta continuando a riscuotere consensi sempre più crescenti. L'autore, infatti, riceve decine di lettere al giorno provenienti da tutte le parti d'Italia e non solo, da persone che hanno fatto proprio il libro per combattere le loro battaglie quotidiane e le difficoltà che incontrano nel corso della vita. "Dalla primavera scorsa -  aggiunge Di Sante - sto girando l'Italia, invitato alle varie presentazioni. Lo faccio per restituire tutto quello che il libro mi sta dando. E anche per lanciare agli altri il "filo magico" di una passione che mi ha salvato. Mai smettere di sognare. Mai...".
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti