"Nonno Mandela": a 100 anni dalla nascita di Nelson Mandela, la figlia pubblica un libro per bambini sulla sua epopea

Mercoledì 18 Luglio 2018 di Valeria Arnaldi

«Un giorno, mentre giocavano a casa di nonna Zindzi, Zazi e Ziwelene trovarono una fotografia. «Guarda, nonna!» disse Zazi. «Abbiamo trovato una foto di nonno Mandela. Ci racconti di nuovo la sua storia?» «Per favore!» aggiunse Ziwelene. «Certo» rispose nonna Zindzi. «Nonno Mandela era il mio papà. Lo misero in prigione quando avevo appena 18 mesi». Si apre così “Nonno Mandela”, libro illustrato pubblicato dall’editore Gallucci in occasione del centenario della nascita di Nelson Mandela - è nato il 18 luglio 1918 - che sarà in libreria dal 26 luglio. A scriverlo, Zindzi Mandela, la più giovane delle tre figlie di Nelson Mandela e Nomzamo Winnie Madikizela.
Zindzi Mandela è cresciuta tra il Sudafrica e lo Swaziland, per molti anni ha lottato per la libertà nel suo Paese d’origine e oggi è ambasciatrice del Sudafrica in Danimarca. Firma il volume con  Zazi e Ziwelene, bisnipoti di Nelson Mandela.
 

 

Il libro, illustrato da Sean Qualls, è pensato per far conoscere la storia di Mandela ai bambini.
L’obiettivo è insegnare pure ai più piccoli l’importanza della sua figura e delle sue battaglie, che hanno segnato la storia mondiale, nonché ribadirne l’insegnamento e  i valori. Giustizia, pace, libertà.  
Ad essere raccontati sono l’infanzia di Mandela, la giovinezza, la lotta contro l’apartheid, il carcere, la liberazione. E se il tono è delicato per avvicinare i più piccoli, la narrazione è comunque puntuale.
«Non avevamo il permesso di vivere dove abitavano i bianchi - spiega la nonna ai nipoti - le nostre case, le scuole e gli ospedali erano peggiori rispetto ai loro. E quando le persone di colore dicevano che non era giusto la polizia era molto violenta».
La scelta di proporre una narrazione per bambini sottolinea ancora di più i la violenza di quanto accaduto e l’eroismo di Mandela. Soprattutto, la sua filosofia. La parola chiave è Ubuntu, che significa: «Io sono perché tutti siamo».

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 19:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA