FEMMINICIDIO

Femminicidio, attori e vip in campo dalla parte delle vittime

Mercoledì 27 Novembre 2019 di Gustavo Marco Cipolla
Serata charity contro le piaghe sociali degli abusi sulle donne
«Sei bella per quanta vita ti è passata addosso, per i sogni che hai dentro e che non conosco. Bella per tutte le volte che toccava a te (...) Per ogni lacrima scesa e per quelle nascoste di notte al chiaro di luna complice». Nei versi di Angelo De Pascalis l’inno alla forza e alla bellezza femminili in una poesia dello scrittore salentino che è quasi un manifesto. Ieri sera, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”,sullo sfondo urban delle Officine Farneto di via dei Monti della Farnesina, una serata charity per dire basta agli abusi e al femminicidio, piaghe sociali ancora troppo presenti nei titoli di cronaca nera. L’iniziativa, organizzata dal Rotary Club Roma Cassia insieme all’associazione Equilibra per il benessere sociale Onlus, moderata da Stefano Buttafuoco con il cast artistico a cura di Francesca Piggianelli, presidente di Romarteventi, diventa l’occasione per riflettere sul tema nel segno della prevenzione attraverso racconti e attimi conviviali.

Jimmy Ghione, in compagnia di Daria Baykalova, anima l’happening coinvolgendo i presenti tra gag e domande, la bella Miriam Galanti, testimonial del momento benefico, vestita di rosso incanta i fotografi con Gilles Rocca. Nel parterre esponenti delle istituzioni come la vicepresidente del Senato Anna Rossomando, medici e professionisti fra cui Andrea Bernetti, presidente del Centro ascolto uomini maltrattanti, Giovanna Pini, presidente del Centro nazionale bullismo arrivata con Sabrina Knaflitz, il matrimonialista Marco Meliti, Marina Di Foggia, vicepreside Itis Einaudi, accolti dalla past president Rotary Cassia Lucia Viscio con la penalista Ilenia Guerrieri e dalla vicepresidente di Equilibra Onlus Maria Zuccarelli. Brindisi e dinner a favore dell’associazione per supportare l’acquisto di sei lavagne interattive destinate agli istituti che hanno aderito al progetto didattico “A scuola di rispetto” che, nell’ambito del contest “Parole & immagini contro la violenza”, ha coinvolto 2500 studenti, 13 regioni con 1000 ore di formazione gratuita. Ecco Manuela Tempesta e Giovanni Maria Buzzatti, Ferdinando Guglielmotti, l’artista Simona Capuano, Roberto Petrella. Partecipano, tra le note musicali di Nicola Pomponi in arte Setak, i club Olgiata, Aniene, Foro Italico e Roma Centenario.
Ultimo aggiornamento: 09:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma