A Villa Medici c'è il Myllennium Award. E Irama sale sul palco a cantare

Giovedì 11 Luglio 2019 di Gustavo Marco Cipolla
A Villa Medici c'è il Myllennium Award. E Irama sale sul palco a cantare

Grande festa all’Accademia di Francia per la cerimonia di consegna del “Myllennium Award. Premio Raffaele Barletta”, riconoscimento che alla sua quinta edizione punta sulle nuove generazioni e i millennial. Oltre 30 i giovani che si sono aggiudicati l’award nelle otto categorie e 170 le application. La scenografia è Villa Medici, presentano Margherita Granbassi e Pierluigi Pardo. Per l’occasione, è stato condotto con Episteme uno studio su 2500 intervistati che confronta i giovani di oggi con il 1988. Oltre 500 ospiti raggiungono i giardini della villa, mentre sul palco canta Irama. Tra i tanti Fausto Brizzi e Silvia Salis, Paolo Genovese, Vincenzo Spadafora, Shayna Taylor, Rhada Arora, Tiziana Rocca e Giulio Base, Maurizio Venafro con Cristiana D’Attorre e Francesco Lucarelli. Attesi Matteo Garrone, Andrea Leone, Maria Rosaria Rossi. Gala dinner a base di pesce, acrobazie e arte con Leonardo Spina. Applausi al “Comitato tecnico-scientifico” formato da Paolo Barletta, ideatore e ad del Gruppo Barletta, Bernabò Bocca, presidente Federalberghi, Riccardo Capecchi, segretario generale Agcom, Paolo Del Brocco, ad Rai Cinema, Giovanni Malagò, presidente Coni, e Francesco Tufarelli, dg Presidenza del Consiglio.
 

 

Nella categoria MyStartup vincono il premio di 10mila euro, e un viaggio al Boston Innovation Gateway, il bicchiere smart di Lorenzo Pisoni e Stefano Fraioli, e “Monugram” di Enrico Izzo, Mattia Novelli e Valerio Rossi, l’app che con una foto riconosce i monumenti e li spiega. Per MyBook si aggiudicano la pubblicazione dei loro saggi sette ragazzi. Mattia Zoia con il brano “Connessioni” vince MyMusic. Il miglior cortometraggio per MyFrame è “Sara” di Fabio Patrassi, mentre per MyReportage vincono Pietro Adami e Gabriele D’Angelo con “Message in a Bottle”. Con MyJob sono stati assegnati 6 master di formazione e 8 stage. MyCity ha premiato Jacopo Ghisoni e Luis Capra per le migliori opere su diritti umani che verranno realizzate a San Lorenzo. Novità è la categoria MySport, divisa nelle sezioni “Formazione”, “Book” e “Reportage”, vinte da Gaia Piazza, Nicoletta Fanuele e Daniele Bartocci, Micol e Marco Malaguti. Tra i giurati i membri della Commissione Atleti del Coni, fra cui Giulia Quintavalle, Valentina Marchei, Raffaella Masciandri e Mara Santangelo. Premio Speciale Eccellenza Millennial alla memoria di Maria Pilar Buzzetti, operatrice del WFP. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA