ROMA

Paolo Ferrari, il cinema e le sue storie nella notte dei ricordi

Sabato 25 Gennaio 2020 di Valentina Venturi

Una serata speciale in origine immaginata per pochi intimi, ma che si è trasformata in un ricordo corale per gli amanti del cinema. Ieri all’Anica, tra parenti, colleghi e amici, insieme alla moglie Marcella e i figli Andrea, Cecilia e Francesco e a Nicola Maccanico ex Warner Bros e ora ad di Vision, si sono riuniti per rendere omaggio a Paolo Ferrari, storico produttore e distributore cinematografico, nonché presidente Anica dal 2006, scomparso lo scorso ottobre.
 

 

L’idea nasce dall’attuale presidente Anica Francesco Rutelli, che ha invitato amici produttori, distributori e registi a ricordare il presidente dal 2012 di Fondazione Cinema per Roma e del Festival Internazionale del Film di Roma. «Una circostanza voluta da Marcella e da noi - introduce la serata Rutelli - in un luogo dove Paolo ha fatto un gran lavoro e che in effetti ha svolto ovunque sia stato. Una persona competente e in grado di lavorare con gli altri, colta e capace». In sala tra gli altri Gianni Letta con la moglie Maddalena Marignetti, il figlio Giampaolo Letta, vicepresidente Medusa Film, Laura Delli Colli presidente Fondazione Cinema per Roma e Cristiana Caimmi press office The Walt Disney Company Italia. 

Tra i tanti ecco Andrea Occhipinti, Fulvio Lucisano, Mario Pescante e Carlo Bernaschi, presidente onorario Anec. Dopo la proiezione di un video in cui scorrevano gli scatti realizzati nel mondo del cinema, da Carlo Cecchi Gori in completo da tennis a Jodie Foster e Sharon Stone, ha preso la parola Enrico Vanzina: «Una delle colonne del cinema italiano del dopoguerra. Paolo ne ha incarnato il rilancio, sprovincializzandolo; è diventato produttore quando la Warner ha iniziato a produrre film. Ma al di là di questo è stato straordinario nell’amicizia. È indimenticabile, lo ricordiamo così per gioco, perché non ci sarebbe bisogno». Per Giuseppe Tornatore «è stato sempre al passo con i tempi», mentre Carlo Verdone ha inviato un omaggio in video, bloccato in Calabria per un impegno preso da tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani