Tulipani di seta nera, tutti appassionati dal “corto”. Ecco chi c'era

Lunedì 6 Maggio 2019 di Federica Rinaudo

Un sorriso per raccontare le diversità. Anzi centinaia di sorrisi per esprimere “l’essenza della diversità stessa, sapendola soprattutto valorizzare”. Con questo messaggio si è conclusa ieri sera, al teatro di via Merulana, la dodicesima edizione del Festival Internazionale “Tulipani di Seta Nera”, rassegna di cortometraggi dedicata al cinema sociale, ideata da Paola Tassone e istituita dall’Associazione Università Cerca Lavoro con il sostegno di Regione Lazio e Roma Lazio Film Commission. Protagonisti i giovani autori con le loro storie, frutto spesso di esperienze personali. Madrina della manifestazione, presieduta da Diego Righini, Lorella Cuccarini, in camicia di seta azzurra e pantaloni colorati. A presentare la serata Metis Di Meo, leggiadra in abito lungo nei colori turchese e rosso, e Cataldo Calabretta, orgogliosi di dare il benvenuto alla platea gremita, nella quale fotografatissime celebrità come Silvia Salemi, Irene Ferri, Sebastiano Somma, Angelo Longoni, Georgia Viero, Elena Bonelli, Nadia Bengala e tanti altri.
 

 

Un trionfo di consensi per i riconoscimenti speciali a personaggi legati al mondo dello spettacolo che dedicano la loro interpretazione artistica e la loro attività professionale al tema della kermesse. Sul palco, emozionati ma radiosi, sono saliti Elena Sofia Ricci, elegantissima,  Alessio Boni, Pino Insegno, Gigi e Ross, I Musicanti, Enrico Nigiotti. Tutti accolti da generosi applausi, pronti ad aumentare di intensità di fronte alla comunicazione dei corti arrivati in finale, selezionati nei giorni scorsi da una giuria composta da esponenti del cinema, dello spettacolo e del terzo settore, presieduta da Caterina D’Amico e votati anche da una giuria di varietà, presieduta da Janet De Nardis. Vincitori assoluti: “Due volte” di Domenico Onorato, Premio Sorriso Nascente Opera Prima al corto “Che fine ha fatto l’inciviltà”, Premio Rai Cinema Channel “Addio Clochard” e Premio Giuria di Varietà “La goccia e il mare”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma