ROMA

Theodora Onlus, quando il picnic aiuta i bambini

Domenica 13 Ottobre 2019 di Barbara Carbone
 Il

Il sorriso di un bambino non ha prezzo. Lo sanno bene i volontari della Fondazione Theodora Onlus che, per il settimo anno, hanno dato appuntamento agli amici romani presso i Giardini del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri per il “Picnic di Theodora”.
 

 

L’evento benefico ha come sempre riscosso un grande successo e ha visto la partecipazione di quasi 700 persone. Non poteva mancare il classico e rassicurante plaid a quadretti per stendersi sul prato a gustare prelibatezze dolci e salate. Ad intrattenere i tanti bambini presenti, musica, giochi, tornei sportivi e laboratori di cake design insieme con i Dottor Sogni. Loro sono medici speciali, i medici dell’anima, in grado di regalare speranze e ascoltare i desideri dei bimbi. Sono quelli che arrivano nel momento del bisogno a raccogliere le paure dei piccoli pazienti ma anche a contenere le comprensibili ansie dei genitori. Si prendono cura del malato a 360 gradi. 

«Il “Picnic di Theodora” a Roma è un evento straordinario che, grazie a tutti gli amici che vi hanno partecipano e che lo hanno sostenuto, contribuisce a garantire le speciali visite dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati presso il Policlinico Umberto I e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. «I nostri Dottor Sogni sono artisti dotati di grande sensibilità e capacità di ascolto- ha detto Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Theodora- Non intervengono sulla malattia, che invece viene gestita dal personale sanitario, ma si prendono cura della “parte sana” del bambino, quella parte che ha bisogno di esprimersi attraverso il gioco, la fantasia, il pianto e il sorriso. Tutti i bambini hanno bisogno di sorridere e di ridere, anche in ospedale, perché sorridere li rende più sereni e sognare li rende più forti».

Tra i presenti Cecilia Dazzi, Anna Marzotto, la principessa Mafalda D’Assia con Rolph Sachs, la principessa Cinzia Torlonia, il Colonnello Cosimo Fiore dell’Arma dei Carabinieri. Con il ricavato dell’evento Theodora potrà continuare il suo prezioso lavoro all’interno degli ospedali della capitale e i Dottor Sogni, con i loro nasi rossi e le bolle di sapone in tasca, potranno continuare a far sentire i piccoli pazienti pediatrici solo e sempre bambini.

Ultimo aggiornamento: 11:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma