Ospiti a sorpresa in libreria quando arriva Jonathan Coe

Venerdì 17 Gennaio 2020 di Paola Pisa
Jonathan Coe, scrittore inglese da milioni di copie, autore di best seller come La banda dei brocchi, La pioggia prima che cada o l’ultimo definito post Brexit, dal titolo Middle England, è arrivato eccezionalmente a Roma per presentare il libro che definisce «bellissimo e molto importante» del britannico-armeno Baret Magarian. Si chiama “Le macchinazioni”, (edizioni Ensemble). Protagonista è un personaggio che sta tra il profeta e l’influencer, un moderno e attualissimo eroe-guru del genere creato ad hoc da internet. Nella libreria di via Nazionale la platea è piena quando Coe saluta il pubblico e tra argomenti seri e molte battute ironiche, introduce il collega che parla perfettamente italiano. Si ricorda che la letteratura è l’arte più vicina perché il libro si può portare con sè. Si osannano Fellini e Calvino. Si dice della vita che è un po’ triste e un po’ faceta. E si sfiora la politica, due non proprio favorevoli giudizi su Trump e Boris Johnson. Ultimo aggiornamento: 09:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma