ROMA

Millennials e under 30, a Villa Medici tutto il talento in un premio

Venerdì 24 Luglio 2020 di Gustavo Marco Cipolla
Matteo Renzi, Paolo Barletta e Paolo Del Brocco_credits Ph. Cecilia Nuzzo

Riconoscimenti al talento dei giovani con la sesta edizione del “Myllennium Award”. A Villa Medici, su oltre 300 candidature, 32 ragazzi under 30 hanno ricevuto il prestigioso premio per le 9 categorie in gara. Cerimonia all’aperto e un parterre contingentato durante la serata condotta dal giornalista Pierluigi Pardo e la pattinatrice artistica Valentina Marchei. L’ideatore e presidente Paolo Barletta sorride davanti ai flash con Matteo Renzi e Paolo Del Brocco, ad di Rai Cinema, per poi lasciarsi andare alle foto di rito accanto al ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora. In prima fila gli applausi del presidente del Coni Giovanni Malagò, del regista Fausto Brizzi, arrivato con la compagna atleta Silvia Salis, e del politico Stefano Buffagni. Aspettando il gala dinner gourmet, al quale partecipano solo i selezionati ospiti, sul palco en plein air sono stati assegnati più di 180mila euro fra borse di studio, internship e opportunità professionali in Italia e negli Usa. Ad aggiudicarsi la nuova categoria “MySocialImpact” è  Antonio Covato, “MyStartUp” ha celebrato l'ingegno di Stanislao GraziosoNidhal Louhichi.  Per “MySport” i migliori progetti di dual-career sono di Teodorico Caporaso nella sezione “Imprenditoria”, Veronica Zappone per la “Formazione” e, nell’area “Saggistica”, quelli di Carolina Moscheni, Daniele Bartocci e Alessandro Schiavone. “MyCity”, invece, elogia la street art del quartiere San Lorenzo con la prima donna vincitrice: Francesca Melina. Sul podio di “MyFrame”, tra celluloide e tivù, Vincenzo De Nicola e Francesco Puppini.
 

 

«Abbiamo premiato progetti davvero interessanti, alcuni già pronti, altri di grande potenziale, ma per tutti ci auguriamo sia l’inizio di una carriera di successi e soddisfazioni. - fa sapere Paolo Barletta - Siamo molto felici di celebrare il talento di tanti giovani soprattutto quest’anno, in cui stanno incontrando inevitabilmente tante difficoltà. Oggi per molti ragazzi, purtroppo, l’ignoto è la realtà, una realtà arrivata all’improvviso, a cui nemmeno pensavamo come qualcosa di possibile. In breve tempo abbiamo ripensato forzatamente alle nostre abitudini, al valore del contatto e a quello della vita, dei nostri cari e degli altri. Ma abbiamo anche conosciuto i pro e i contro del lavoro da casa e cosa significhi essere un Paese digitalizzato. Si sta ridisegnando un nuovo quadro sociale». Per “MyBook” trionfano 6 talentuosi: Daniele Bondioli, Luigi Capasso, Matteo Mancino e Alice Bottoni, Zoe Ambra InnocentiDavide Di Maio. “MyMusic” omaggia Stefano Campagna e “MyReportage” Giovanni Marrucci per il suo approfondimento sulle “Wearable Technologies” utili all’atletica e allo sport.  Grazie a “MyJob”, poi, Biagio Mancini e Luisa Merola volano in America. Lo special award “Eccellenza Millennial” si fa in tre, riconoscendo i meriti del medico Antonio Liguori e dell’infermiera Diletta Gionfra, in trincea al Policlinico Agostino Gemelli contro il Covid, e del diciannovenne chitarrista Jacopo Mastrangelo che, sulle note di Ennio Morricone, ha emozionato tutti suonando con vista sui tetti di piazza Navona nel periodo del lockdown. «L’emergenza ha innescato in tantissimi giovani il desiderio di rivalsa, la voglia di emergere, ha stimolato il talento. - continua il patron del premio - Innovazione e cambiamento sono elementi che i Millennials hanno nel sangue e ai quali il resto della popolazione ha dovuto adeguarsi rapidamente. Credo non sia un caso che quest’anno il "Myllennium Award" abbia registrato un numero molto elevato di candidature perché mette al centro il merito, crede nella forza delle idee dei ragazzi e vuole aiutarli a valorizzare le loro inclinazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA