Massimo Giletti e la sua nuova "arena" tutta da leggere: amici e colleghi in fila per il nuovo libro

Martedì 11 Giugno 2019 di Lucilla Quaglia
Al Bookstore di via Cola di Rienzo va in scena la presentazione dell’ultimo libro di Massimo Giletti, “Le dannate“. Un testo sulla Sicilia più profonda, con le sue incredibili bellezze e la presenza opprimente delle cosche. È qui, infatti, che il giornalista di La7 ha incontrato la vicenda delle sorelle Napoli, tre donne rimaste da sole a difendere la loro azienda agricola contro chi, da oltre dieci anni, cerca con ogni mezzo di impadronirsene. Ad introdurre il libro, un appassionato Pietrangelo Buttafuoco. Interrogato sul futuro e sulla possibilità di tornare in Rai il conduttore ha ammesso: «Dentro di me ho deciso, ora mi prenderò 15 giorni di vacanza, e staccherò i telefoni.

Quando tornerò incontrerò chi devo. Quella con la Rai è ancora una ferita ancora molto grande, mandare a casa un programma che faceva 4 milioni e non pagarne le conseguenze è molto grave. Credo ognuno di noi debba lottare dove si trova, comunque e sempre». Anche se «la libertà ho dimostrato di sapermela conquistare», raccontare certe storie difficili in Rai «a volte è un po’ più difficile. Il direttore generale quando facevo l’Arena mi chiamava spesso di lunedì, a volte la domenica stessa. Una volta mi ha chiesto da che parte stessi. È il più bel complimento che mi si può fare». A proposito de Le dannate, spiega: «Questo libro è l’esatta risposta alla vicenda di Pamela Prati e il matrimonio. Quella è la speculazione sul nulla elevato a qualcosa di incredibile. Io credo invece in una tv che fa l’opposto, che racconta quelle che sembrano piccole storie e le fa diventare qualcosa di importante».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma