Magna Graecia Festival, il cinema va in trasferta

Venerdì 23 Agosto 2019 di Lucilla Quaglia

In attesa che si apra la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, attori romani in trasferta per parlare di celluloide ma anche per trascorrere qualche ora di relax, nel cristallo del mare catanzarese. Acclamati come star di Hollywood, lungo il tappeto rosso della sedicesima edizione del Magna Graecia Film Festival, diretta da Gianvito Casadonte, arrivano tanti volti noti capitolini. Tra i primi a calcare la ribalta un serissimo Vinicio Marchioni. T-shirt nera su jeans, l’attore ritira il premio in memoria del regista Giuseppe Petitto e poi presenta la pellicola “Drive me home”, di Simone Catania, giudicata miglior regia.

 

 

«Ricevere un premio dedicato a Petitto – dice Marchioni – omaggiato in tutto il mondo per i suoi film sui diritti umani, e autore tra l’altro del documentario sui funerali di Federico Fellini, mi riempie di gioia». Introdotti dalla bionda Carolina Di Domenico, in lungo e romantico outfit floreale con capelli raccolti, camminano sul red carpet affollato di fan, tutti armati di cellulare, tante altre celebrità romane. Arrivano la madrina Euridice Evita Axen e Valerio Mastandrea, acclamatissimo, in pantaloni scuri su polo in tinta: stringe le mani di tanti spettatori mentre si offre al pubblico acclamante. Il divo conquista la migliore sceneggiatura, assieme a Enrico Audenino, per il film “Ride” interpretato dalla compagna Chiara Martegiani, anche lei a premio: quello per la miglior attrice. Molto divertente Stefano Fresi, in camicia rossa come la passerella su cui viene osannato, e pantaloni neri. Come sempre un fiume in piena di allegria.
Ci sono Nicolas Vaporidis, tra i giurati, in pantaloni verde militare su camicia di lino grigio e scarpe da barca: abbraccia simbolicamente tutti gli intervenuti. E ancora la famosa e bella youtuber romana Giulia Penna, in tubino color albicocca con cinta rossa, applaudita per la sua performance musicale. Divertente siparietto per la coppia formata dall’attrice Emanuela Rossi, in scollato tubino lungo con rose rosse stampate su sfondo verde e scialle rosa, e il marito Francesco Pannofino: posano per la folla di fotografi tra gli applausi generali. E poi la spassosa Paola Tiziana Cruciani, Marco Bonini e la cantante Alma Manera. La giuria, presieduta da Alessandro Genovesi e composta anche da Claudia Potenza, Chiara Francini, Dino Abbrescia e Dario Bandiera, premia Alessandro Haber, miglior attore per “In viaggio con Adele”. E a sera impazza, in alcune ville dell’area, musica e karaoke animato, in particolare, da Potenza e Fresi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma