NETFLIX

La presentazione della fiction di Netflix "Luna nera" ambientata nell’Italia nel XVII secolo

Mercoledì 29 Gennaio 2020 di Lucilla Quaglia
Brindisi alla terza Luna tra stregoneria e magia
Magica cornice per la presentazione di una suggestiva fiction. Presso gli Horti Sallustiani si presenta “Luna nera”, terza serie originale Netflix ambientata nell’Italia nel XVII secolo con protagoniste un gruppo di donne perseguitate per stregoneria. All’interno dell’antica location vanno in scena le ambientazioni medievali della storia. Tra il mattonato romano brillano bracieri e candide candele. Tutto è ispirato all’oscura epoca. Per primi sfilano gli ospiti. Appare Daniela Virgilio, in lungo total black. E tra gli invitati glam ecco anche Giulia Elettra Gorietti, in spolverino sagomato grigio con bordi chiari. Completo di pelle nera, molto aggressive, per Ludovica Bizzaglia. La serata è animata da due performance principali: una prima mezz’ora a cura dell’arpista Cecilia Lasagno, nota ai più come arpista di Max Gazzè. La serata prosegue con il dj set di Catherine Poulain, in arte Cat.

Il dinner è a base di cibi tradizionali e territoriali, ispirati al periodo storico in cui è ambientata la serie, con un tavolo dedicato a zuppe calde servite in cocci e dolci. Fuoco di fila per i protagonisti della serie: la deliziosa Antonia Fotaras, in lungo color rosa, e poi Giada Gagliardi, Adalgisa Manfrida, Manuela Mandracchia, Lucrezia Guidone, la fulva “strega” Federica Fracassi, Barbara Ronchi e Giorgio Belli, che posa con l’eterea Fotaras. E ancora, per il cast, Gloria Carovana, Giandomenico Cupaiuolo, Filippo Scotti, Gianmarco Vettori, Aliosha Massine, Nathan Macchioni, Roberto De Francesco, Martina Limonta. Si ferma per uno scatto la bella figlia della regista della serie Francesca Comencini, la castana Camille Dugay, con capelli raccolti, anche lei nella serie. Dietro la macchina da presa troviamo, oltre alla Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi. Tra un brindisi e l’altro si ricorda che la serie è basata sul romanzo “Le città perdute. Luna Nera” di Tiziana Triana. Tra sfizi dolci e salati si riconoscono anche il simpatico Lillo, del duo comico Lillo e Greg, e il produttore della serie Domenico Procacci. E si va avanti fino a tardi a luci soffuse.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma