Il cocktail tra nobili e vip in stile cosmopolita

Il cocktail tra nobili e vip in stile cosmopolita
di Lucilla Quaglia
3 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Gennaio 2020, 14:56 - Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio, 18:55


Vernissage all'insegna dello stile. Tra Istanbul e Brasile, il made in Italy è cosmopolita. Per celebrare il gioco sartoriale dedicato alle amiche e ideato qualche stagione fa da Benedetta Lignani Marchesani, con la figlia Caterina Mancinelli Scotti, animato cocktail party nella hall dell'albergo di via di Pallacorda, trasformato per l'occasione in un salotto dalle atmosfere ottomane.
 

 



Tra gli amanti delle coloratissime pochette, pezzi unici numerati realizzati con ikat di velluto di seta provenienti da Bukhara (Uzbekistan) e cuciti a mano in Italia, ecco, in un continuo viavai fino a tardi, il produttore Federico Scardamaglia con la fidanzata bolognese Eva Zarri, in bizantina bag rossa e verde.
Poi è il turno di Gingia Aymerich di Laconi, Marion Franchetti e degli scrittori Domitilla Calamai, che proprio in questi giorni insieme al padre Marco sta ultimando il sequel del libro La mantella rossa, vincitore due anni fa del Premio internazionale Capalbio, e Marco Ferrante con la moglie Raffaella Giugni. Ammirano le creazioni fashion Maria Luisa Afan de Rivera, Esther Crimi e Flaminia Patrizi Montoro, che con la figlia Altea sceglie una clutch da donare a Maria Pia Ruspoli. Lisa Vanzina, non potendo partecipare all'aperitivo, si fa mandare in diretta tutte le foto della nuova collezione optando per tre pezzi nei colori pastello.
Cocktail a base di mandorle salate, vino rosso e gin tonic, biscottini al sesamo e lokum (ordinati proprio a Istanbul per l'occasione) mentre arrivano, sul tardi, Alessandra di Robilant, Barbara Modesti e l'avvocato Laura Pierallini Dentice di Accadia. Massimiliano Leonardi di Casalino saluta Anna Trimarco con il marito Paolo de Angelis, Sonja Kehl, Guglielmo e Vittoria Giovanelli Marconi, Angela Riccio de Braud e l'architetto Andrea Truglio. Tutti in ammirazione del nuovo modello Bosforo cruise dedicata ai viaggiatori romantici e ispirata alle crociere sul Bosforo e ai viaggi a bordo dell'iconico OrientExpress. Auguri, baci e brindisi al fashion mood internazionale e al made in Italy. Si parla della mostra Vestendo il tempo, 70 anni di moda italiana: selezione di 45 pezzi storici di alta moda dall'archivio di Enrico Quinto e Paolo Tinarelli, proprietari di una collezione di seimila pezzi tra vestiti e accessori. Abiti che qualche settimana fa hanno varcato l'Oceano e resteranno esposti fino al prossimo 2 febbraio presso il Museo Tomie Ohtake, di San Paolo del Brasile. Kermesse visitata proprio in questi giorni da romani doc in trasferta tra cui Giada Ruspoli, Clemente della Porta, Giovanna Deodato e Lupita Moncada di Paternò oltre ad un folto gruppo cosmopolita capitanato da Ira von Furstenberg, Teresa Fittipaldi (moglie del pilota brasiliano di Formula Uno Emerson Fittipaldi), l'architetto Jorge Elias e dalle papesse della moda Costanza Pascolato e Gloria Kalil.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA