Giovanni Allevi porta l'emozione all'Auditorium con l'Hope Christmas Tour

Martedì 7 Gennaio 2020
“Hope” vuol dire speranza. E il compositore, pianista e direttore d’orchestra Giovanni Allevi l’ha voluta augurare ai presenti che hanno scelto di riempire l’Auditorium Conciliazione per godere il suo “Hope Christmas Tour”. In questi giorni di festa, non è voluta mancare Lorella Cuccarini che, avvolta da un caldo cappotto nero e in compagnia del marito e dei due figli, ha apprezzato dal vivo la delicatezza delle composizioni di Allevi. «Sono convinto - ha commentato il compositore durante il concerto - che dentro ognuno di noi ci sia un talento, ma non in un contesto iper competitivo. Mi piace molto di più il talento legato a ciò che ci fa brillare gli occhi, con ciò che ci piace fare. E dobbiamo sempre difenderlo dal mondo esterno e preservarlo. Sono convinto che un giorno questo ci farà volare». In una sala sold out, Allevi prima ha eseguito al pianoforte da solo quattro brani, “Aria (per respirare)”, “No more tears”, “Born to Fly” e “My Family”; dopodiché ha invitato a raggiungerlo sul palco il Coro dell’Opera di Parma e l’Orchestra Sinfonica Italiana che lo hanno affiancato durante l’esecuzione delle altre musiche, tra cui “Flowers”, “You Were a Child” e “Christmas Time”. L’emozione era palpabile durante l’“Ave Maria” cantata dal soprano Silvia Pantani. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma