La lunga notte della Galleria Borghese alla corte di "re" Luigi Valadier

Mercoledì 30 Ottobre 2019 di Lucilla Quaglia
Il principe Giovanni Aldobrandini FOTO LUCIDI/TOIATI

Entrata scenografica. Luci soffuse e sonate di Scarlatti e Clementi accolgono gli oltre settecento illustri invitati di un evento d’eccezione. Si apre Valadier. Splendore nella Roma del Settecento, la grande mostra monografica che la Galleria Borghese dedica a Luigi Valadier, il più celebre orafo, argentiere e bronzista italiano del suo tempo. Accolti dalla direttrice Anna Coliva, in blusa a pois bianchi e neri su pantaloni scuri, arrivano Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale, e l’imprenditore Roberto Wirth con la bella figlia Verushka. Mondanissimo e blasonato il viavai glam. A cominciare da Federica Cerasi, in grigio e nero. Fanno il loro ingresso Federica e Renato Balestra, casual. Li saluta Paolo Bertoncini, architetto allestitore della rassegna.
 

 

Ad un appuntamento così non possono mancare Stefano e Daniela Traldi, quest’ultima alla testa della Conflirica, in tailleur Chanel. Innocenzo Cipolletta con la moglie Anna, in spolverino giallo. Ma anche il marchese Giuseppe Ferrajoli con la sua Olga, che raggiungono il primo piano assieme ai principi Fabrizio Caracciolo, in giacca scura alla coreana, e Guglielmo Giovanelli Marconi, proveniente dal Vaticano. Motivo ispiratore dell’esposizione, curata dalla Coliva, il profondo legame tra i Borghese e Valadier, di cui sono state riunite circa novanta opere creando un’occasione unica per conoscere la vasta produzione dell’artista.

Nella fuga importante di saloni ammirano le opere Raimondo Visconti di Modrone e Fabiano Forti Bernini, discendente del Bernini, con la bionda moglie Carla. Lungo le scale che conducono al primo piano ecco il gallerista Paolo Antonacci e poi Giovanna Deodato. Catturato da tanto splendore Antonio Zanardi Landi, ambasciatore d’Italia presso l’Ordine di Malta, con la moglie Sabina Cornaggia Medici, in giacca dalle nuance arancioni.

E si affaccia Daria Borghese, in ampi pantaloni viola. In questo inarrestabile flusso glam ci sono la marchesa Carla Sterbini che saluta l’altissimo principe Giovanni Aldobrandini. Ecco Guia Sospisio, in total black, con il marito Ricky. Si commentano, nel corso del cocktail allestito lungo la panoramica terrazza affacciata sul prezioso giardino, le opere concesse da importanti prestatori coinvolti, la sera precedente al vernissage, in una blindatissimo dinner.

Ultimo aggiornamento: 13:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma