ROMA

Festa del Cinema di Roma, gli amici ricordano Carlo Vanzina con un docufilm

Sabato 26 Ottobre 2019 di di Lucilla Quaglia
Antonello Sarno sul red carpet

Celluloide e amarcord. L’omaggio ”Carlo Vanzina, il cinema è una cosa meravigliosa”, di Antonello Sarno, tiene banco sul red carpet della Festa del Cinema. Sfila il cast, composto da numerosi amici del grande cineasta scomparso. Ad iniziare da Nancy Brilli, in sobrio tubino di velluto nero con chignon, tracolla, tacchi dorati: l’attrice saluta i fan e li immortala con il cellulare. Poi è la volta di Enzo Salvi che si fa un selfie con i fotografi. E ancora Massimo Ghini, in scuro, che posa con il regista. “Massimo!”, “Massimo!”, gridano gli ammiratori e lui risponde con sorrisi e abbracci.
Vincenzo Salemme, in completo scuro, è in compagnia di Albina Fabi. Sfilano, tra la folla che prende posto, Giampaolo e Rossana Letta, in tailleur pantalone scozzese, e poi un impeccabile Carlo Rossella. La simpatia di Riccardo Rossi, contagiosa, si trasforma in un clic. Non può mancare il regista Neri Parenti. Passa il cineasta Bertrand Tavernier. Ed ecco il ricordo presso la Sala Petrassi. Con oltre 60 titoli tra film e serie tv realizzate con il fratello Enrico, Carlo Vanzina, scomparso l’8 luglio dello scorso anno, è stato uno dei registi italiani più amati. Ma l’uomo colto, riservato e affettuoso è meno conosciuto: il documentario è il ritratto di entrambi, scritto con l’affetto di coloro che gli sono stati e tuttora gli restano vicini.
 

 

E in questa giornata glam, poco dopo va in scena il red carpet dei Negramaro al completo: ci sono Giuliano Sangiorgi, Emanuele Spedicato, Ermanno Carlà, Danilo Tasco, Andrea Maria e Andrea De Rocco. Sta per essere proiettato il film diretto da Gianluca Grandinetto “Negramaro. L’anima vista da qui”. Passano Sarah Maestri e Michelle Carpente. E Caterina Caselli dai riflessi dorati. Poi la scena si sposta nei pressi del Maxxi, per un’esclusiva cena dedicata al gruppo. Prenotati Francesco Montanari, Roberta Grazia, in outfit folk, Niccolò Fabi, Kasia Smutniak con Domenico Procacci, Paola Turci, Marco D’Amore e Pierfrancesco Favino. Per l’occasione d’eccezione è proposto un dinner a quattro mani: gli chef Valerio De Pasquale e Emanuele Pompili sono affiancati da due super chef pugliesi amici dei Negramaro, Isabella Poti e Floriano Pellegrini. Tra i tavoli Maria Sole Tognazzi e Virginia Raffaele.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma