ROMA

“Sotto il segno di Federico Fellini”. ​E in sala c'è anche Sandra Milo

Giovedì 24 Ottobre 2019

In attesa del 2020, anno che sarà dedicato a Federico Fellini, Paolo Fabbri, uno dei maggiori studiosi di semiologia ex direttore dell’Istituto italiano di Cultura di Parigi e della Fondazione Federico Fellini di Rimini, ha presentato alla Sala Squarzina del Teatro Argentina di Roma un’analisi di libri, fumetti, sceneggiature, disegni, fotogrammi e musiche del grande regista, sviluppata all'interno del suo volume "Sotto il segno di Federico Fellini" edito da Luca Sossella Editore. Ospite d'onore in sala l'attrice Sandra Milo, musa scelta da Fellini per "8 e mezzo". Introdotto dal critico cinematografico Steve Della Casa, Paolo Fabbri ha analizzato le sceneggiature dei film più importanti dell’amico riminese tramite il metodo dell’indagine semiologica tentando alcune incursioni per chiarire qualche segreto, senza togliere il mistero originario. Accanto a lui il professore universitario Paolo Bertetto e Andrea Minuz, professore di Storia del cinema all'Università "La Sapienza" di Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA