Domenico Fisichella presenta il suo libro "Dittatura e Monarchia" alla SDA

Alessandro Masi, Segretario Generale Società Dante Alighieri e il professore Domenico Fisichella
di Valentina Venturi
2 Minuti di Lettura

«La storia è una scienza». Parte da questa sottolineatura il dibattito svoltosi ieri alla Società Dante Alighieri, in occasione della presentazione del nuovo libro del professore Domenico Fisichella dal titolo "Dittatura e Monarchia. L’Italia tra le due guerre" (Pagine editore). Alla presenza di Giovanni Zanfarino, dirigente Ministero affari esteri, del presidente del Comitato Dante di Roma Michele Canonica, dell’Ambasciatore Franco Mistretta e di Filippo Capuano del Comitato Dante di Cipro, nella sala della Galleria del Primaticcio di Palazzo Firenze elegantemente decorato, si è parlato di filosofia del diritto e di storia, nel terzo volume scritto dopo 50 anni di storia e vita accademica.

A dissertare insieme all’autore c’era il segretario generale della SDA Alessandro Masi e seduto in sala anche Stanislao de Marsanich, il presidente Parchi Letterari Italiani. Il dilemma storico evidenziato nel titolo si riferisce al rapporto tra dittatura e monarchia: cosa si intende per "diarchia"? Come si articola il dualismo di Stato e partito? Fisichella, professore ordinario di Dottrina dello Stato e di Scienza della Politica, Senatore per quattro legislature e ministro per i Beni culturali e ambientali, ne ha dato un’approfondita visione socio storiografica.

Giovedì 13 Febbraio 2020, 18:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA