ROMA

Charles Dickens, per i 150 anni dalla morte l'ambasciatrice Jill Morris legge "Il racconto di due città"

Martedì 9 Giugno 2020 di Paola Pisa
Era in programma una splendida festa nei giardini di Villa Wolkonsky, ma non poteva che essere rimandata. Così l’ambasciatore di Gran Bretagna, Jill Morris, ha deciso di leggere un brano, il più famoso incipit, quello de “Il racconto di due città”, per celebrare i centocinquanta anni dalla morte di uno dei più importanti e amati scrittori della letteratura mondiale: Charles Dickens.

Il video è sull’account Instagram dell’ambasciata e su quello di Laura Bartoli, grande appassionata, studiosa e traduttrice dell’autore di “Oliver Twist”, “Il Circolo Pickwick” “Tempi difficili”, “Canto di Natale” e altre notissime opere. Volto sorridente, occhiali inforcati, il diplomatico rende omaggio all’autore, nato il 7 febbraio 1812 a Plymouth e morto il 9 giugno 1870 a Higham, amatissimo al suo tempo e ancora oggi tra i più letti. Erano stati preparati grandi festeggiamenti a Londra, incontri e festival in tutto il Regno Unito. Il film “La storia personale di David Copperfield”, che ha come protagonista Dev Patel, ha avuto in ottobre anteprime con fastosi red carpet, ma la pandemia per ora ha bloccato l’attesissima uscita.


Ecco allora la lettura di Jill Morris e la scelta di un brano che sembra essere stato suggerito dal momento attuale ad uno scrittore attento interprete del sociale, giornalista, viaggiatore, creatore di personaggi immortali e indimenticabili, voce importantissima e ascoltatissima del periodo Vittoriano. Per conoscerlo meglio basta seguire su Instagram Laura Bartoli e le numerose iniziative di una appassionatissima cultrice del mito Dickens. Ultimo aggiornamento: 16:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA