Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Arena di Ostia, la notte di Marco Risi

Arena di Ostia, la notte di Marco Risi
2 Minuti di Lettura
Domenica 19 Luglio 2020, 12:15

Al Porto Turistico di Roma si illumina il terzo grande schermo inaugurato a Ostia da Il Cinema in Piazza, iniziativa organizzata dal Piccolo America che accende i riflettori anche sul litorale romano, dopo aver dato il via alle arene di San Cosimato e Cervelletta. Un calendario ricco di proiezioni, incontri e rassegne (Agnès Varda, Checco Zalone, Aldo Giovanni e Giacomo, Classici Disney e Film d'Animazione), che durerà fino a domenica 23 agosto e che ha aperto la sua terza edizione sotto il cielo stellato di Ostia, con un grande omaggio a Marco Risi e un grande riconoscimento al territorio. Il regista ha introdotto i suoi film Mery per Sempre (1989) e Ragazzi Fuori (1990), presentati insieme a Claudio Amendola, Mauro Marchetti e Massimo Spano. Le pellicole protagoniste della serata, raccontano il disagio di una generazione messa a confronto con un territorio ostile e un'istituzione assente. I due titoli sono legati tra loro, in quanto Ragazzi Fuori ritorna sulla vita dei giovani personaggi conosciuti in Mery per Sempre.
 

 



«Ostia è un territorio complesso, come anche Tor Sapienza. Siamo tornati in questi quartieri dove siamo cresciuti e nati cercando di migliorare e declinare nelle dovute modalità l'esperienza avviata sei anni fa a San Cosimato», conclude Valerio Carocci, leader del Cinema America.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA