Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cortometraggio "impegnato": star da applausi per la lotta contro l'Alzheimer

Cortometraggio "impegnato": star da applausi per la lotta contro l'Alzheimer
di Roberta Marchetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Aprile 2019, 14:44
Un viaggio nella mente di un malato di Alzheimer. Sfida ambiziosa quella di Angelo Longoni, che ha scritto e diretto il cortometraggio “Sogni”, ma decisamente vinta. Gli applausi nella Sala cinema di Anica, che ieri mattina hanno accompagnato fino alla fine i titoli di coda, sono stati la conferma di un progetto importante, nato per sensibilizzare il pubblico nei confronti di una patologia su cui ancora non c’è un’adeguata conoscenza ma soprattutto consapevolezza sociale, nonostante rappresenti la causa più comune di demenza nella popolazione anziana occidentale.

Commosso all’anteprima il regista, accompagnato dalla moglie Eleonora Ivone, così come gli attori del cast che alla fine della proiezione hanno condiviso con gli ospiti e i giornalisti presenti le emozioni vissute sul set e le considerazioni su come l’ Alzheimer arrivi a stravolgere la vita del malato ma anche di chi lo assiste. Lo sa bene Loretta Goggi, protagonista del corto, che un anno fa ha perso sua cugina proprio a causa di questo terribile morbo: «Bisogna fare di più - ha spiegato - Interpretare questo ruolo è come fare da portavoce a una cosa così grave che forse non tutti conoscono e non pensano che si possa persino morire.

Te ne vai spegnendoti, non si può tollerare». Accanto a lei sul set, dopo tanti anni, la sorella Daniela, anche lei emozionata alla prima insieme all’inseparabile barboncino Pillo, e poi ancora Leonardo Bocci degli Actual - il duo comico romano che spopola sul web - e Claudia Conte. Nel cast anche Francesco Montanari, assente alla proiezione per impegni lavorativi, e Beatrice Longoni, per la prima volta davanti alla macchina da presa. Il ciak lo scorso dicembre in una nuova struttura sanitaria al Casilino - centro di eccellenza per l’hospice e la riabilitazione - e nei prossimi mesi il corto, prodotto da Italian International Picture, sarà nei circuiti dei concorsi cinematografici italiani e internazionali.

A fare gli onori di casa Francesco Rutelli, presidente di Anica, sensibile al tema e pronto a sposare altre iniziative simili. Tra gli ospiti Riccardo Starace, presidente di Medica Group che ha fortemente voluto e sostenuto questo progetto, e con lui Gianluca Melillo Muto, responsabile comunicazioni esterne. In prima fila l’attrice Edy Angelillo, rimasta molto colpita dalla storia: una donna malata di Alzheimer che si ritrova proiettata in un ricordo vivido, accompagnata per mano da una bambina che la guida verso una speranza mai sopita, quella di ricongiungersi con l’ex marito. Alla sua ricerca vanno la figlia, la responsabile della struttura di cura e l’usciere. Un cammino dagli aspetti più intimi del malato alle difficoltà che si trova ad affrontare chi gli è vicino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA