A Villa Aurelia notte di stelle: per uno spettacolo da Accademia

Giovedì 6 Giugno 2019 di Roberta Marchetti

Un ponte fatto di arte e cultura che collega l'Italia agli Stati Uniti. E' questo il lavoro che da 125 anni fa l'American Academy in Rome, il più antico centro americano nato fuori dagli Usa dedicato allo studio indipendente e alla ricerca nelle arti e nelle discipline umanistiche. Ieri sera, nella splendida Villa Aurelia, il McKim Medal Gala - tra gli appuntamenti culturali più prestigiosi della primavera romana - che oltre a richiamare nomi illustri del mondo del cinema, della moda e dell'imprenditoria, offre ogni anno un riconoscimento a personalità di rilievo internazionale che si sono contraddistinte con il loro lavoro. Dopo Renzo Piano, Umberto Eco, Ennio Morricone, Patrizia Cavalli e Miuccia Prada - solo alcuni dei vincitori delle passate edizioni - quest'anno ad essere premiati sono stati il regista Luca Guadagnino, candidato all'Oscar nel 2018 con 'Chiamami col tuo nome', e la curatrice Paola Antonelli, nominata nel 2007 dal Time tra le 25 figure più influenti sulle prospettive del design. A consegnargli il premio Marva Griffin Wilshire, fondatrice e curatrice del SaloneSatellite, e lo sceneggiatore statunitense Richard LaGravenese. Cocktail al tramonto, poi i saluti del presidente Mark Robbins e un omaggio speciale a Bernardo Bertolucci, sempre molto vicino all'Academy e anche lui tra i premiati storici del Gala. Al regista, scomparso lo scorso novembre, tutto l'affetto e la stima degli ospiti e il ricordo commosso dell'attore Louis Garrel, che gli ha dedicato parole piene di ammirazione. La serata è proseguita con una cena gourmet in giardino e l'after dinner sotto le stelle fino a tarda notte. Honorary Dinner Chair Lewis M. Eisenberg e Ginevra Elkann Gaetani, insieme alla Founding Dinner Chair Verdella Caracciolo de Benedictis, mentre a presiedere il Gala un'elegantissima Maria Teresa Venturini Fendi: " La missione che l'Accademia continua a svolgere nella promozione di scambi creativi e a livello accademico tra l'Italia e gli Stati Uniti è oggi più importante che mai". Della stessa opinione gli altri ospiti che hanno partecipato con il loro importante contributo. Tra loro Giuseppe Fiorello, arrivato con la moglie Eleonora Petrelli, Raoul Bova, Carolina Crescentini - luminosa nel suo abito lungo in paillettes stellate - con Francesco Motta, e ancora Serena Autieri, in colore pastello, insieme al marito, Margerita Buy, Giulio Berruti e Azzurra Caltagirone Multicolor l'attrice Matilde Gioli, mentre in una mise anni '70 ecco Alba Rohrwacher, poi una bellissima Isabella Ferrari, Valentina Cervi, Roberto D'Agostino, Serena Dandini e il compagno Lele Marchitelli. Quasi al completo la famiglia Fendi con Delfina, Anna e Silvia, immancabili anche i produttori Andrea Occhipinti e Pietro Valsecchi. Italia - Stati Uniti, una bella partita d'arte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma