Todi, Boosta e Tiziano Scarpa "celebrano" il poeta Jacopone e il borgo si mette in mostra

Venerdì 11 Settembre 2020 di Laura Larcan

Il borgo e il suo “santo” poeta. Todi celebra il suo Jacopone. La splendida cittadella millenaria incastonata nell’Umbria si risveglia sabato 12 settembre con una festival iper-concentrato di iniziative e personalità, da Tiziano Scarpa a Boosta dei Subsonica. L’appuntamento è con “Iubel”, rassegna ispirata a Jacopone da Todi in una edizione speciale, tra arte, musica, letteratura. Prologo, una mostra contemporanea dedicata alla vita e all’opera del poeta tuderte, mentre il programma colleziona un incontro con lo scrittore Tiziano Scarpa e il concerto del musicista e compositore Davide “Boosta” Dileo co-fondatore e tastierista dei Subsonica. Il tutto, sotto la direzione artistica Valentina Parasecolo, e l’organizzazione della Stabat Mater Association con il contributo e il patrocinio del Comune di Todi.
 

 

L’occasione è anche quella di scoprire luoghi insoliti del borgo. Boosta, per esempio, ha scelto il Parco della Rocca, all’ombra delle colossali colonne in acciaio corten della scultrice Beverly Pepper, per la sua esibizione live (ore 19,30, biglietto 12 euro). Tappa speciale del suo tour “Boostology”, concerto tra i sentieri meno battuti della musica contemporanea del ‘900 e le pietre miliari e inedite del proprio repertorio pianistico. L’idea è quella di «accompagnare il pubblico in un vero e proprio viaggio alla scoperta delle diverse sfumature della musica e della sua unica valenza: essere un collante sociale ed emotivo», racconta. «È la prima volta che mi permetto di girare così “svestito” e spero possa essere una bella scoperta per me e per il pubblico» spiega il musicista, che definisce questo progetto «la colonna sonora del silenzio di chi viene ad ascoltare. Solo all’interno di questa meravigliosa scatola che è il silenzio - prosegue - c’è la capacità di far crescere una scintilla. La musica è uno strumento meraviglioso. E vorrei che la musica fatta con gli strumenti diventasse a sua volta strumento per le persone, affinché si possano un po’ perdere».

Boosta, tastierista dei Subsonica: così divento professore di Amici

Lo scrittore Tiziano Scarpa svela il complesso del Convento delle Lucrezie, con terrazza panoramica sulle morbide colline di Todi, per leggere brani delle sue opere, in un reading pensato appositamente per l’occasione (ore 17,30, ingresso gratuito su prenotazione). A lui, il premio alla carriera della Stabat Mater Association. Autore di circa una trentina fra romanzi, raccolte di racconti, saggi, poesie e testi teatrali. Tra questi ricordiamo il romanzo “Stabat Mater” (vincitore del premio Strega 2009) e “La penultima magia”, fresco di stampa, entrambi Einaudi. L’autore leggerà parte delle sue opere, in un reading inedito pensato appositamente per l’occasione.

Il brevetto del geco, il nuovo romanzo di Tiziano Scarpa

Ad aprire la giornata, la mostra negli spazi dello Space Mater (dalle ore 10), dal titolo “Occhi iocundi - Immagini contemporanee per Jacopone”, in collaborazione con il NID - Nuovo Istituto del Design di Perugia. Parole, fotografie e opere si intrecciano per raccontare i luoghi legati a Jacopone in un percorso che si snoda nel centro storico della città. Una serie di giovani artisti hanno interpretato la vita e i temi cari al poeta (tra fotografie, grafiche e illustrazioni), accanto agli scatti di Anna Morosini, Carlo Rocchi Bilancini, Fabiola Torres, Pasquale Miele, Tatiana Minelli e Zouhair Ballahmar. La mostra è abbinata a tour guidati ai luoghi di Jacopone (389 424 6262. Biglietto: 15 € comprensivo degli ingressi nei siti extra a pagamento. Durata: 2 ore).

«Questo programma alimenta due aspetti: significato e suggestioni - spiega Valentina Parasecolo - Il primo passa attraverso la riflessione sulla parola e sulla letteratura grazie al premio e alla masterclass. La seconda vive dell’immediatezza della musica e delle immagini grazie a un concerto e a una mostra spettacolari che insistono sulla celebrazione dei palchi naturali tuderti. La sovrapposizione tra Duecento e contemporaneità di ricerca è la scelta artistica su cui continuiamo a puntare». Per informazioni e prenotazioni: iubelfestival.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA