Storie di una vita tra segreti e amori

Giovedì 10 Gennaio 2019

Un pezzo di Francia al Teatro Ambra Jovinelli, dove fino a domenica 27 gennaio va in scena “Bella Figura”, l’ultima opera dell’acclamata scrittrice d’Oltralpe Yasmina Reza, autrice di commedie di grande successo come “Art” e “Il Dio della carneficina”. Parata di vip ieri sera nello storico teatro del quartiere Esquilino per la prima romana di questa piéce che ruota intorno al tema dell’adulterio in un gioco teatrale alla vaudeville. Un cast stellare composto da Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Anna Ferzetti, David Sebasti e Simona Marchini, diretto dal regista Roberto Andò.
 

 

Dialoghi acuti e pieni di umorismo rendono la commedia, che parla di due coppie legate da un segreto imbarazzante, ineccepibile anche nella sua versione italiana. D’altronde, si sa, quando si tratta di amore e tradimenti tutto il mondo è paese. Come i lavori precedenti di Yasmina Reza, anche “Bella Figura” può essere considerata una “tragedia divertente”, secondo la definizione che ne ha dato il regista inglese Matthew Warchus. Anche in questo suo ultimo testo, le contraddizioni e le nevrosi dei personaggi sono spinte all’eccesso, ribaltandosi nel loro contrario e creando effetti capaci di provocare allo stesso tempo quel sottile disagio e incontrollabili risate.
Un humor quasi paradossale, a tratti grottesco, tipico di Reza e fiore all’occhiello che l’ha fatta amare da registi e scrittori del calibro di Milan Kundera e Roman Polanski.

«Nelle mie opere non racconto mai vere e proprie storie - spiega l’autrice - dunque non dovrebbe sorprendere se lo stesso accade anche qui. A meno che non si consideri l’incerta e ondeggiante trama della vita, di per sé, una storia».
Tra le prime file, a gustarsi i loro colleghi nei panni di traditori incalliti, grandi protagonisti del cinema italiano come Valeria Solarino - amica inseparabile di Anna Foglietta che interpreta Andrea - arrivata con Giovanni Veronesi.
Vicino a loro Rocco Papaleo, in queste settimane sul grande schermo proprio con il film diretto dall’amatissimo regista toscano, “Moschettieri del re”, che a febbraio sarà al timone del “Dopo Festival”, e poi ancora Caterina Guzzanti, Giulio Scarpati, il regista Carmine Amoroso e un’elegantissima Rosanna Cancellieri. Tra i presenti anche Gianni Letta con sua moglie Maddalena Marignetti. Lunghi applausi in sala e apprezzamenti nel foyer alla fine dello spettacolo, in attesa di congratularsi con i protagonisti fuori dall’ingresso, stanchi ma entusiasti per tanto successo. Buona la prima.
Roberta Marchetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La volpe sfrattata dai topi

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma