Sacrm, una preghiera in musica per la Pace

Lunedì 19 Novembre 2018 di Maria Serena Patriarca​

Se la grande musica sacra chiama, impossibile non rispondere all’invito. Oltre 1500 ospiti hanno gremito la basilica di Santa Maria in Aracoeli per l’inaugurazione della III edizione della rassegna musicale “Sacrum - Una Preghiera in Musica per la Pace Universale”, omaggio alla musica e alla fede come forma di comunicazione tra i popoli. Il concerto, che verrà trasmesso la notte di Natale in tv, è stato anche l’occasione per celebrare nella Capitale il 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini, con il suo struggente Stabat Mater.
 

 

Sul podio, a dirigere l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Stato “N.Sala” di Benevento e l’International Opera Choir, ancora una volta il maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore musicale del Festival Internazionale di Mezza Estate. Pioggia di applausi anche per i solisti Silvana Froli, Irene Molinari, Vitaliy Kovalchuk e Florin Estefan. La serata, presentata da Camilla Nata, ha avuto il patrocinio dell’Ambasciata di Ucraina, ed è stato proprio l’ambasciatore Yevhen Perelygin a dare il benvenuto ai presenti fra cui si riconoscevano (in un mix di nobiltà e diplomazia) lo stilista Renato Balestra, Luciana Pallavicini Hassan d’Afghanistan, monsignor Karel Kasteel, Alma Lama, George Bologan e Monica Robelo Raffone (rispettivamente ambasciatore del Kosovo, della Romania e del Nicaragua), Carlo Massimo e Francesco Marigliano Caracciolo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma