ROMA

Sabrina Ferilli e l'orgoglio di essere romana: «Mai pensato di poter vivere altrove»

Mercoledì 20 Giugno 2018

Sabrina Ferilli non andrebbe mai via da Roma. Per lei la capitale è più di una città, è un’appartenenza e nascerci è un privilegio. L’attrice l'ha ripetuto più volte ieri alla Feltrinelli Alberto Sordi presentando il volume fotografico “Io e Roma”  che inaugura una nuova collana di Contrasto. «Non ho mai pensato di poter vivere in un altro posto. Mai pensato che questa città fosse diventata invivibile come molti dicono, né mai pensato che i difetti superassero i suoi pregi» ha detto l’attrice ribadendo una venerazione per la città che emerge anche nel racconto-intervista curato da Alessandra Mammì, tra suggestioni inedite e ricordi sommersi della vita dell’attrice.
 

 

Dall’infanzia nel quartiere Prati, i giochi a piazza Cavour e la paura per il Palazzaccio alle passeggiate romantiche al Gianicolo, al parco dell’Osservatorio di Montemari o al Pincio, dai tre anni al teatro Sistina di Garinei e Trovajoli nel ruolo di Rosetta in “Rugantino” dal 1998 allo scudetto della Roma di Totti e la festa al Circo Massimo (in bikini) nel 2001, fino al ruolo di Ramona ne “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani