ROMA

Giorno dell'Unità Tedesca, tradizioni e arte: in ambasciata è tempo di festa

Giovedì 4 Ottobre 2018 di Paola Pisa
L'ambasciatore tedesco Viktor Elbling con la moglie Nuria Sanz (foto Rizzo/Toiati)

L'ambasciatore di Germania Viktor Elbling affiancato dalla consorte Nuria Sanz, storica e archeologa con incarichi di primo piano all’Unesco, invita nel giardino della sua residenza, Villa Almone, in occasione della celebrazione del “Giorno dell’Unità Tedesca”. È il primo ricevimento ufficiale dell’ambasciatore che ha presentato le Credenziali al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il dieci settembre scorso.

Accorrono personalità di politica, istituzioni, cultura, industria, finanza. Tra loro il Ministro dell’Economia Giovanni Tria, Paolo Gentiloni, Mario Monti, Emma Bonino, Ruth Dureghello, e moltissimi rappresentanti del mondo diplomatico tra cui l’ambasciatore degli Stati Uniti Lewis Eisenberg con la moglie. «Grazie a tutti gli ospiti che sono intervenuti. Festeggiamo il crollo del Muro. Il lavoro europeo è alla base della nostra unità. L’Italia in questo senso è uno dei partner più importanti. Siamo convinti che dobbiamo investire nell’Europa per i nostri giovani. A cui offriamo la pace. Siamo due Paesi piccoli e per essere forti dobbiamo essere uniti», dice tra l’altro nel suo discorso di benvenuto Viktor Elbling. Il diplomatico parla un italiano perfetto, viene dalla mamma italiana. Ha studiato a Forlì e alla Scuola tedesca di Milano. Ultimo incarico prima di Roma quello di
ambasciatore in Messico. Subito dopo parla il Ministro Tria: «Sono onorato di partecipare a questi festeggiamenti. Celebriamo l’unita tedesca. I nostri Paesi sono stati i primi a credere nell’Europa. Siamo tenuti a rafforzarla. Condividiamo propositi, valori e ideali. Importante è stare insieme».
 

 

Molti applausi ai due discorsi e agli inni suonati con ritmo swing. Ci sono millecinquecento persone alla festa nella villa all’inizio della Cristoforo Colombo. Una festa suggestiva che coniuga arte e tradizione. A salutare il Capo Missione sono arrivati Maria Latella, Pier Ferdinando Casini, gli ambasciatori di Paesi Bassi e Australia, gli ambasciatori Emanuela D’Alessandro e Michele Valensise, Marisela Federici. Ricchissimo buffet sotto uno spettacolare tendone, si servono specialità tedesche e italiane. Brindisi. Musica jazz con orchestra live. Intorno alla piscina il suono dell’arpa. Candele e trionfi di fiori per una serata di altissimo livello e valore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma