Moschino sfila a Cinecittà e la moda fa festa con 400 invitati

Mercoledì 9 Gennaio 2019 di Paola Pisa
foto Leonardo Puccini

Parata di top model e quattrocento invitati doc in una super serata a Cinecittà. Le Terme di Caracalla vengono trasformate in una sala da ballo de “La Dolce vita”, e sono tante altre le gustose sorprese tra set e gag chic. Ad esempio al posto del cartoncino d’invito c’è una spada. È Moschino, signori. La moda rende omaggio a un favoloso regista e la prima volta della celebre griffe a Roma, è una mega sfilata con tanto di scenografia che ricorda i fasti del grande cinema.
 

 

«Ho deciso di presentare la collezione Uomo e la pre-collezione Donna per l’autunno/inverno 2019 negli storici Studi perché lo show è un omaggio al grande Federico Fellini che ha girato proprio qui alcune delle pellicole più iconiche. Ho preso ispirazione dal suo lavoro e dai magnifici personaggi protagonisti dei suoi capolavori», ha dichiarato l’americano Jeremy Scott, famoso stilista della maison. Gli abiti sono dedicati ai film “Casanova”, “Satyricon”, “8 e 1/2” e ad altri capolavori che immortalano la Città Eterna.

Al centro della sala un braciere gigante. In scena cappotti ricamati con lettere latine oppure con fasce dorate che fanno pensare alle tavolette cesellate. Cast e vestiti strizzano l’occhio all’Urbe nelle sue molte epoche e forme. È stato proprio il direttore artistico del brand, a volere fortemente questa location insolita per una passerella che comprende moda per lei e lui.

Ed ecco partecipare a questo dinner molto speciale, tutti seduti tra candelabri e decorazioni mentre vanno in passerella modelle e modelli, una carrellata di personaggi dello spettacolo, della tv, della società. Bersagliate dai fotografi ecco l’immancabile Sandra Milo che è stata una delle grandi attrici felliniane, e Claudia Gerini, Elisabetta Canalis, Alice Pagani, Chiara Francini, Francesca Valtorta. E ancora: Maria Pia Calzone, Elda Alviti, Enrico Oetiker, Margherita Vicario, Ilaria Spada e tanti influencer.

C’è moltissima stampa internazionale. Fan della griffe sono arrivati dal globo intero. Moschino a Roma? La notizia si era diffusa già a dicembre scatenando la caccia all’invito. Ed eccoci ancora una volta negli studios sulla Tuscolana usati perfino da Lagerfeld per Chanel e l’ultima volta anche da AltaRoma. Riconoscibilissimo e sempre ironico lo stile del marchio, da quel 1983 in cui apparve per la prima volta a Milano Collezioni disegnato dal suo geniale fondatore, Franco Moschino: l’originalità e il gioco sono le atout. Nel 2013 il brand che ha boutique nel mondo e fa parte del Gruppo Aeffe, ha festeggiato trent’anni di successi, siamo a oltre trentacinque e la verve non si esaurisce: le ultime collezioni opera di Jeremy Scott hanno guardato alle first ladies, sono nate collaborazioni con Barbie e personaggi dei fumetti. Parola d’ordine: divertire e stupire. Anche stavolta Moschino ha fatto centro. La scorsa stagione, prima di Roma, era andato in passerella con altrettanto successo, a New York. 

Ultimo aggiornamento: 11:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua