Lucia Ocone accende il Gay Village tra ironia, personaggi e gag

Sabato 4 Agosto 2018 di Gustavo Marco Cipolla

Se c’è Lucia Ocone al Gay Village il divertimento è assicurato. L’attrice e comica che ha fatto e fa impazzire milioni di italiani con i suoi personaggi e le sue imitazioni, da Veronika all’infermiera Mimma, passando per Mina, l’altra sera è arrivata alla Città dell’Altra Economia di Testaccio per l’imperdibile appuntamento “Citofonare Strabioli”, dove Ocone, in un talk show esilarante condotto da Pino Strabioli, direttore artistico di questa edizione del villaggio arcobaleno, in una rilassante atmosfera da salotto, intervista i personaggi del mondo dello spettacolo, tra i sorrisi e gli applausi infiniti del pubblico e dei fan.
 

 

Prima di salire sul palco Lucia Ocone confida ironica «è la mia centesima volta al Gay Village, non vengo più molto spesso causa vecchiaia, però stasera sono qui molto volentieri. Il segreto del mio successo? Un parolone, ho ancora molta strada da fare, bisogna chiederlo a chi mi segue. L’idiozia suppongo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma